MotoGP Yamaha, Maverick Vinales: “Sconfiggere Marquez non è facile”

Maverick Vinales Valentino Rossi
Maverick Vinales e Valentino Rossi (©Getty Images)

In Yamaha è sicuramente Valentino Rossi a catalizzare la maggior parte dell’attenzione, ma oggi nella presentazione ufficiale del team Movistar gli occhi erano puntati anche su Maverick Vinales.

Il 22enne di Figueres è il pilota scelto per sostituire Jorge Lorenzo, approdato in Ducati. Non è mai facile subentrare a un campione del genere, però lui ha un ottimo talento. Già nel 2016 con una vittoria e tre podi in Suzuki lo ha dimostrato. E nei primissimi test in sella alla Yamaha ha avuto modo di far vedere di che pasta è fatto. Adesso si attendono nuovi test e le gare per capire meglio il suo livello.

Maverick Vinales vuole il titolo MotoGP

Tutti indicano in Maverick Vinales un contendente al titolo e non potrebbe essere diversamente. Lo spagnolo stesso è consapevole che, con l’approdo in Yamaha, ci si attende di vederlo davanti costantemente: “Quando ci si siede su una moto così l’obiettivo è chiaro – riporta Marca -. Quando sono arrivato nella squadra ho respirato atmosfera da vincitori. Devo lottare per questo obiettivo”.

Il talento di Figueres è desideroso di conquistare il suo primo titolo in MotoGP, dopo quello ottenuto in Moto3 nel 2013. Per farlo dovrà battere avversari molto forti, in primis il suo compagno Valentino Rossi e il campione in carica. A proposito di quest’ultimo gli viene chiesto se può essere lui l’anti-Marc Marquez: “Alla fine è solo una parola, ciò che conta sono i fatti. Siamo due piloti che vogliono un titolo e battere lui non sarà facile, è a un livello elevato, come Honda. Se voglio vincere devo dare il 110% e, a volte, non è sufficiente”.

Molti si aspettano soprattutto un duello Yamaha-Honda per il Mondiale, ma Vinales non snobba le altre case costruttrici: “Ogni anno le fabbriche migliorano. Suzuki ha fatto una grande evoluzione e la Ducati ha dimostrato di poter lottare per le gare e il titolo. Non bisogna scartare nessuno e considerare tutti come rivali. Lorenzo, Iannone … perché potrebbero esserci”. Maverick mette anche Suzuki e Ducati tra i team che possono puntare al titolo, non sottovaluta nessuno.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)