MotoGP, Valentino Rossi: “Più forti dell’anno scorso”

photo da video

Il team Movistar Yamaha di MotoGP svela la nuova YZR-M1 2017 che sarà affidata a Valentino Rossi e Maverick Vinales. La sede della Telefonica a Madrid è stata presa d’assalto da una marea di giornalisti e tifosi, in fermento per ammirare e immortalare la livrea della Yamaha che tenterà l’assalto al titolo iridato della classe regina.

Come da tradizione sul maxi schermo del palco sono passate prima le immagini trionfanti della scorsa stagione. Al fianco del Dottore c’era ancora Jorge Lorenzo, il “grande assente del giorno”. Dopo il passaggio alla Ducati spetterà a Maverick Vinales non far rimpiangere il campione maiorchino, ma secondo i pronostici potrebbe essere la grande sorpresa del prossimo campionato del mondo di MotoGP.

Rossi e Vinales sul palco di Telefonica

Tra i due sembra regnare una grande intesa e in un video Valentino Rossi dà il benvenuto al neo arrivato intorno ad una scacchiera. “Ne ho passate tante, sono vecchio. Però l’importante è stare tranquilli, essere te stesso, tanto corri con la Yamaha, quindi hai una grande Factory dietro e una moto fantastica. Avrai dei grandi tifosi che ti seguiranno per tutto l’anno e poi c’è Movistar. Quindi è tutto a posto”.

I primi a salire sul palco madrileno sono i due alfieri. Il campione di Tavullia saluta l’ex compagno Jorge Lorenzo, ma si dice certo che Vinales sarà un osso duro e di essere rimasto impressionato dalle sue prime prestazioni in sella alla Yamaha (durante il test di Valencia nel novembre 2016).

“L’anno scorso le cose sono cambiate velocemente durante la stagione, ma ogni anno è la stessa cosa: bisogna sempre lavorare per far rendere al massimo le gomme e l’elettronica, sulla moto in genere ma anche su me stesso. Spesso sono le piccole cose a fare la differenza… Ho provato la moto 2017 a Valencia, dopo la gara, ma l’ho studiata meglio nel test di Sepang e ho visto un grande potenziale. Credo – ha concluso Valentino Rossi – che potremo essere più forti dello scorso anno”.

L.C.