Nizza, una strada intitolata a Jules Bianchi

Jules Bianchi
Jules Bianchi (©getty images)

Era il 5 ottobre 2014 quando Jules Bianchi lasciò il mondo dello sport attonito. L’incidente nel GP di Suzuka contro la gru ha suscitato una marea di polemiche, ma alla fine le responsabilità sono state declinate sul pilota francese.

Jules ha perso la vita il 17 luglio 2015 dopo nove estenuanti mesi di coma, ma a poco è servita la battaglia legale del padre Philippe contro i vertici della F1. “Sono stati fatti degli errori in modo evidente. Jules non ha avuto un incidente per cause correlate ai rischi del lavoro”, ha dichiarato pochi mesi fa il papà del pilota della Marussia.

“Ho assunto gli avvocati in modo che la verità sia conosciuta e che i responsabili paghino per i loro errori. Non riesco a immaginare nessun genitore, inclusi quelli che ci stanno criticando, che non farebbero la stessa cosa se questo fosse accaduto al loro figlio”, ha aggiunto Philippe Bianchi in una recente intervista a Minute-Auto.fr.

Ma adesso non è il momento delle polemiche, bensì di onorare la memoria di Jules Bianchi. La città di Nizza ha deciso di dedicare una strada al giovane pilota, l’odierna Rue du Sapin. La cerimonia avverrà il 23 gennaio alle ore 16:45, davanti allo Stadio Allianz Riviera. Rue du Sapin cambierà così nome, diventando Rue Jules Bianchi. A dare l’annuncio finale è stato il sindaco della cittadina della Costa Azzurra, Christian Estrosi.

Ad un anno e mezzo di distanza dalla sua morte il mondo delle corse non dimentica Jules, divenuto un eroe in patria e non solo. Il team francese Tech1 Racing, che partecipa all’Eurocup Formula Renault 2.0, ha reso noto che esporrà sulle proprie monoposto il logo della Jules Bianchi Society.