MotoGP, Alex Rins: “Voglio battere Vinales”

Alex Rins
Alex Rins (©Getty Images)

Alex Rins ha intrapreso la nuova avventura con Suzuki in MotoGP. Nella prima uscita a Valencia con la GSX-RR ha riportato un brutto incidente che lo ha costretto a dare forfait anzitempo. Il 21enne catalano si pone l’obiettivo di conquistare il titolo di “rookie of the year” della classe regina e di non far rimpiangere Aleix Espargaro.

E’ stato un esordio doloroso per Alex Rins, ma adesso è pronto a intraprendere la nuova avventura in Suzuki. Dopo il terzo posto in Moto2 del 2016 si avvicina l’esordio in MotoGP. Sarà al fianco di Andrea Iannone e sarà indispensabile un buon rapporto di collaborazione iniziale per allestire una moto subito all’altezza.

“E’ stato molto difficile – ha detto a Motogp.com -. Ho avuto un mese intero di riposo, perché le lesioni alla schiena sono qualcosa da prendere sul serio. L’incidente è stato un po’ strano perché sono caduto e poi, un paio di giri dopo, è caduto anche il mio compagno di squadra, Andrea Iannone, nello stesso posto. Abbiamo guardato la telemetria cercando di determinare la causa, ma non abbiamo trovato nulla. Ho preso la stessa traiettoria, la ruota anteriore si è bloccata e sono caduto”.

Obiettivi 2017: rookie of the year e battere Vinales

Il passaggio dalla categoria intermedia alla massima serie richiederà uno sforzo fisico maggiore. La caduta di Valencia è il primo sintomo delle difficoltà che troverà sul suo cammino. “Ho finito il primo giorno un po ‘stanco e abbiamo cambiato la mia routine di allenamento per essere un po’ più forte ed essere in grado di gestire la MotoGP più facilmente”.

Nel 2017 sarà battaglia aperta con tre ex rivali della Moto2 2016: Sam Lowes (Aprilia Racing Team Gresini), Jonas Folger (Monster Yamaha Tech 3) e il campione del mondo Johann Zarco (Monster Yamaha Tech 3). “Da quello che ho visto a Valencia, l’obiettivo sarà quello di concludere la stagione come Rookie of the Year e battere i piloti contro cui correvo in Moto2. Questo è l’obiettivo che mi sto dando in questo momento – ha aggiunto Alex Rins -. Poi magari punterà alla top 15, top 10… non ne ho idea”.

In Suzuki dovrà prendere il posto dei connazionali Espargaro e Vinales. Con Maverick sono già avvenuti duelli in pista in Moto3 nel biennio 2012-2013. Adesso la sfida continua e con un obiettivo alquanto prestigioso. “Cercherò di eguagliare quello che ha fatto o addirittura batterlo”.