Romano Fenati: “Rossi tra i favoriti, ma tiferò Vinales”

Romano Fenati
Romano Fenati (©Getty Images)

Romano Fenati nel 2017 correrà la sesta stagione consecutiva nel campionato mondiale Moto3. Sette gare vinte e 15 podi totali, ma nessun titolo.

Avrebbe dovuto passare in Moto3 quest’anno, ma la rottura con lo Sky Racing Team VR46 ha fatto saltare tutto. Il 20enne di Ascoli Piceno correrà nella classe minore del Motomondiale con una Honda del team Ongetta Rivacold Racing. Dopo tre anni in sella a una KTM, si ritorna alle origini e dunque alla moto giapponese. Il giovane marchigiano spera di vivere un’annata da protagonista, di rilanciarsi e guadagnarsi una chance in Moto2 in ottica 2018.

Moto3, Romano Fenati cerca riscatto

Romano Fenati sarà il leader dei piloti italiani in Moto3 nel 2017, il più esperto e quello da cui forse ci si aspettano i risultati migliori dopo tanti anni passati nella categoria.  Anche se ci saranno dei rivali agguerriti, soprattutto Enea Bastianini e Nicolò Bulega, pronti a dare battaglia. E stato comunque lui il primo dei ‘nostri’ a vincere in questa classe, nata nel 2012.

Nell’intervista concessa al Corriere dello Sport ricorda così il passato, partendo da quell’annata d’esordio: «Eh già, era il 2012, con il Team Italia. Secondo all’esordio in Qatar e poi sul gradino più alto già nella seconda gara, a Jerez. A volte ci ripenso: se avessi fatto altre scelte forse oggi avrei potuto essere più avanti nella carriera, ma anche no. L’importante è aver sempre dato il cento per cento».

Fenati pensa che forse altre decisioni nella sua carriera lo avrebbero potuto portare su strade migliori, anche se non ne può avere la certezza. Ad ogni modo, non sembra avere grossi rimpianti nonostante i momenti di delusione e amarezza ci siano stati. E non rimpiange neppure di essere restato in Moto3 per il sesto anno di fila, nonostante la possibilità di andare in Moto2: «Luca Boscoscuro mi aveva offerto di correre per la SpeedUp quest’anno, l’ho provata e sono andato forte, ma ho pensato che l’impegno di svilupparla sarebbe stato troppo impegnativo. Avevo già iniziato ad allenarmi con la Kalex e passare a un’altra moto avrebbe significato ripartire da zero».

Romano non ha voluto rischiare e ha preferito la sicurezza di correre in una categoria che già ben conosce e dove sa di poter essere competitivo: «Io sarei anche contento di chiudere il 2017 in seconda o terza posizione, ma ovviamente partiremo per vincere. Non devo dimostrare niente agli altri, ma a me stesso».

Con il 20enne pilota è stato anche affrontato il tema inerente il campionato MotoGP 2017 e lui non ha nascosto di avere un preferito: «Tiferò per Maverick Vinales. Secondo me va molto forte e con la Yamaha si è trovato subito bene. Può essere la sorpresa del 2017. Valentino avrà un bello stimolo ad averlo in squadra e per questo non lo tolgo dai favoriti. Anche lui se la giocherà». Tiferà per il primo rivale del suo ex mentore. Chissà come la prenderà Valentino Rossi…