Riapre il Ranch: Valentino e la VR46 Riders Academy in pista

photo Facebook

Terminata la vacanza a Madonna di Campiglio per Valentino Rossi e i ragazzi della VR46 Riders Academy è tempo di tornare al lavoro. Tra una settimana il Dottore sarà impegnato a Madrid per la presentazione della Yamaha M1 2017 e della nuova squadra. Sarà la prima buona occasione per ascoltare le prime dichiarazioni del suo nuovo compagno di squadra Maverick Vinales.

Adesso è tempo di tornare in pista dopo qualche giorno di relax. Il Ranch di Tavullia ha riaperto le porte mercoledì 11 gennaio per una prima sessione di allenamenti. “Dopo una pausa, tornare nuovamente sulla moto ed è subito una bella sensazione”, ha commentato il Dottore sui social. Da qui al 30 gennaio, data della prima sessione di test ufficiali MotoGP, sarà un continuo alternarsi di pista e palestra. Al suo fianco gli allievi dell’Academy ormai inseparabili, un gruppo solido che non si frantuma neppure per il periodo di vacanze.

Sarà la penultima stagione di Valentino Rossi in classe regina. La penultima occasione per dare l’assalto al decimo titolo mondiale, mancato per un soffio nella stagione 2015. Il suo compito sarà di non commettere troppi errori come l’anno scorso. Ma il lavoro più grande spetta ai tecnici Yamaha che dovranno allestire una moto all’altezza delle avversarie. Cominciando a fornire più potenza alla YZR-M1 che sui rettilinei soccombe sotto i colpi di Honda e Ducati.

Le giovani leve in Moto2 e Moto3

Il 2017 sarà una stagione importante anche per tanti allievi della VR46 Riders Academy, soprattutto del nocciolo duro che scalpita per conquistare le posizioni di vertice. Ci sarà l’esordio del team Sky in Moto2 ad opera di Francesco Bagnaia e Stefano Manzi. Entrambi hanno mostrato grandi cose in Moto3 nella scorsa stagione e il salto di categoria sarà un esame fondamentale per la loro carriera. Franco Morbidelli cercherà di rincorrere il titolo in Moto2 con il team Marc VDS con cui ha chiuso al 4° posto la stagione 2016. Ma dovrà fare i conti con Luca Marini e Lorenzo Baldassarri del team Forward Racing.

In Moto3 Nicolò Bulega e Andrea Migno tenteranno il colpaccio dopo aver accumulato esperienza. Bulega si è mostrato subito all’altezza della situazione già nelle vesti di rookie, conquistando un buon settimo posto a quota 129 punti. Ma anche in questo caso dovranno vedersela con un amico del Ranch, Niccolò Antonelli, che ha ereditato la KTM del campione Brad Binder. Tutti contro tutti in pista, un solo gruppo nell’Academy. E’ questa la grande forza costruita da Valentino Rossi e che fa invidia a molti.

Luigi Ciamburro