MotoGP, Claudio Domenicali: “Ducati crede nella vittoria”

Ducati MotoGP Team a valencia
Ducati Team a Valencia (©Getty Images)

Claudio Domenicali, AD Ducati, semina fiducia in ottica campionato MotoGP 2017. Le due vittorie dell’anno scorso e l’arrivo di Jorge Lorenzo non possono che fare ben sperare in vista del futuro. Dopo il difficile biennio 2011-2012, quello di Valentino Rossi per intenderci, il team di Borgo Panigale fiuta il grande salto iridato.

Nel frattempo il gruppo Ducati esordisce nel mondo della ristorazione aprendo il primo Scrambler Ducati Food Factory a Bologna, in via Stalingrado 27. Un locale di 500 metri quadrati con una Scrambler in vetrina e sui tavoli salumi, piadine, lasagne il meglio della gastronomia emiliana. Un ambiente dedicato non solo agli amanti delle due ruote ma anche agli spiriti anticonformisti, destinato a diffondersi in varie parti del mondo.

Ducati respira aria iridata

All’inaugurazione c’era anche Claudio Domenicali che, ai microfoni di Motorsport, ha parlato del prossimo Motomondiale. “Nel 2016 siamo cresciuti tantissimo e abbiamo vinto due gare. Eravamo maturi per portarci in squadra un pilota come Giorgio, come lo chiamiamo noi. Lorenzo ha delle indiscusse capacità di guida, ma dovrà un po’ adattarsi alla nostra moto. Abbiamo una bella squadra a Bologna che è pronta ad accogliere le sue richieste, per cui sono sicuro che saremo pronti per il Qatar gara di apertura della MotoGP”.

Il team Ducati è riuscita ad emergere da un passato difficile. Dopo la conquista del primo titolo MotoGP nel 2007 sono arrivati anni difficili e di critiche dall’esterno. Ma il gruppo italiano (e filotedesco) adesso ha le carte in regola per azzardare la corsa al titolo, sebbene sul proprio cammino ci sarà Marc Marquez, che parte ancora da favorito. “Noi ci vediamo dei candidati a stare nella battaglia per il mondiale”, precisa Domenicali. “Sicuramente quest’anno ci divertiremo!”.

In Qatar non ci sarà la pressione di dover vincere a tutti i costi, ma la parola d’ordine è “ci proveremo”. Del resto è un circuito che tanto piace alla Ducati e a Jorge Lorenzo. E vedremo nei prossimi test ufficiali se la GP17 avrà fatto un ulteriore step e a che punto saranno gli avversari. Da quest’anno saranno vietate le alette aerodinamiche, punto di forza della Desmosedici 2016. Ma Claudio Domenicali assicura che la prossima moto sarà una gran bella sorpresa.