MotoGP, Marc Marquez: “Non penso alla morte”

Marc Marquez

Marc Marquez(©Getty Images)

Il campione del mondo MotoGP Marc Marquez partirà ancora una volta da favorito. Nella stagione 2017 sarà il pilota da battere, con una tabella di marcia impressionante. Tre titoli in quattro stagioni della classe regina, frutto di un mix esplosivo tra velocità ed una sempre crescente saggezza.

Nel 2016 El Cabroncito ha dimostrato non solo di essere il più veloce. Ma di aver fatto tesoro degli errori commessi un anno prima. Quando si uniscono esperienza e potenza è difficile per chiunque tenere il passo del campione. All’età di 23 anni può vantare già cinque titoli, ma è ancora ben lontano dai 15 di Giacomo Agostini. Un record molto difficile da scalfire.

“Non mi piace impostare tali obiettivi. Ago ha 15 titoli, io ne ho cinque, e non credo che ne avrò molti come lui”, ha ammesso Marc Marquez in un’intervista a Speedweek.com. Il motivo è presto detto. “In passato era permesso ai piloti di competere contemporaneamente in più di una categoria, cosa che oggi non è possibile. Spero solo che continuerò a divertirmi – ha aggiunto il pilota della Repsol Honda -. Il mio sogno da bambino era quello di vincere il titolo in tutte e tre le classi del Motomondiale e così è stato”.

L’unica nota negativa della stagione 2016 è stata la morte del suo compagno Luis Salom. Il pilota ha perso la vita lo scorso giugno, in seguito ad una caduta rimediata durante le prove libere del Gran Premio di Catalunya. “E’ stato un duro colpo per me, perchè era un collega, era uno spagnolo e conoscevo la sua famiglia. Ma non posso lasciare che questo pensiero mi assilli – ha sottolineato Marc Marquez -, altrimenti non sarei mai salito su una moto da corsa. Non penso alla morte, lo farò quando sarà il momento”.



Altre Notizie