MotoGP, Jorge Lorenzo: “Felice di essere in Ducati”

Jorge Lorenzo
Jorge Lorenzo (©Getty Images)

Jorge Lorenzo inizia un nuovo capitolo della sua vita in sella alla Ducati. Dopo il test di Valencia attende la prossima uscita a Sepang per rimettersi in sella alla Desmosedici. Ma le prime impressioni sono positive: “Quando ho provato la GP17, ho sorriso sotto il casco”.

Dopo nove stagioni in Yamaha il maiorchino disegna nuovi orizzonti per tentare di scrivere una pagina importante di storia. Finora solo Casey Stoner è riuscito a regalare il titolo iridato MotoGP alla casa di Borgo Panigale. Se Jorge Lorenzo dovesse riuscirci sarebbe un eroe in terra ‘straniera’. “Non posso rivelare troppo sulla moto. Posso solo dire che sono molto motivato e felice – ha detto a MCN -. Quando ho provato la GP17 ho sorriso sotto il casco. E questo è molto importante”.

Stagione 2017 tra dubbi e speranze

L’impresa non sarà certo facile, dovrà fare i conti con Marquez, Rossi e Vinales prima di tutti. Ma la potenza del motore Ducati potrebbe essere l’arma in più per conquistare punti. “Naturalmente voglio ottenere il massimo e c’è ancora un sacco di lavoro da fare… Abbiamo i nostri punti di forza e dobbiamo usarli”. Ogni circuito potrebbe fare storia a sè, ma i tecnici sono al lavoro per allestire una moto che sia competitiva ogni week-end. “Sono disposto a contribuire con la mia esperienza per migliorare la moto. In alcune zone la moto è fantastica, in altre dobbiamo migliorare”.

L’imperativo è crederci nonostante le difficoltà dell’impresa, a cominciare dalla prima gara in Qatar, dove l’anno scorso ha esordito con una vittoria impeccabile. “Voglio pensare di poter essere uno dei leader. Ma è possibile anche che non lo sia – ha ammesso Jorge Lorenzo -. In questo caso non sarei troppo deluso e mi concentrerei sul futuro. Ma naturalmente preferisco credere di lottare per la vittoria e il campionato”.

A vantarsi di partire da favoriti sono i soliti nomi noti, in attesa di conoscere i nuovi equilibri in pista. “Il campione è sempre il favorito, quindi Marc Márquez. Ma mi aspetto che battaglierà a stretto contatto con Maverick Viñales. Valentino sarà sempre coinvolto – ha aggiunto il neo pilota Ducati -. E davanti potrebbe esserci anche Andrea Iannone con la Suzuki. Il titolo mondiale sarà deciso tra tre o quattro piloti e sarà sicuramente interessante”.

L.C.