Lorenzo Baldassarri: “Al Ranch sono uno dei più forti”

Lorenzo Baldassarri
Lorenzo Baldassarri (©Getty Images)

Ha chiuso la stagione 2016 di Moto2 all’ottavo posto a quota 127 punti. Lorenzo Baldassarri davanti al suo pubblico si esalta e sa esaltare: secondo posto al Mugello e prima vittoria in carriera a Misano. Due lampi di genio che firmano un adrenalinico biglietto da visita per il prossimo Motomondiale. In sella alla Kalex del team Forward Racing di Giovanni Cuzari, il ‘Balda’ cerca un ulteriore step per regalare altre grandi emozioni e tentare il colpaccio iridato.

Smaltito quasi del tutto l’infortunio alla spalla destra, Lorenzo Baldassarri alterna attività fisica e in moto per arrivare in perfetta forma ai primi test ufficiali. Al suo fianco ci sarà ancora una volta Luca Marini, amico di avventure al Ranch di Tavullia. Un coppia di alfieri made in Italy che rappresenta una grande speranza per il futuro tricolore del Motomondiale.

Come stai dopo l’intervento alla spalla? Sarai al 100% per la prima gara?

Dopo l’operazione di quest’inverno sono nella fase di riabilitazione. E’ andato tutto abbastanza bene, è stato un intervento meno invasivo, per questo il recupero sarà più veloce. Quindi non ci saranno problemi per arrivare pronti alla prima gara.

Che ricordo hai della tua prima vittoria a Misano?

Ho dei ricordi bellissimi, perchè è stata la mia prima vittoria nel Motomondiale. Ma la cosa fantastica è che la vittoria è arrivata sul circuito di casa, davanti ai miei tifosi. Sono ricordi che ho ben in mente e ci lavorerò sopra per trovarmi nel week-end ideale e cercare di ripetermi.

Quale sarà il tuo obiettivo per il 2017?

Stare a ridosso delle prime posizioni in ogni gara, avere più costanza, essere sempre lì a battagliare per il podio e dare il massimo di me stesso in ogni gara

Cosa occorre per puntare al titolo?

Per battagliare per il titolo dovrò essere costante sin dalla prima gara ed essere maturo da non fare errori, concentrato in ogni week-end di gara e arrivare ben preparato al primo GP.

Quanto è importante allenarsi al Ranch e chi è il più forte oltre a Valentino?

E’ importantissimo. Anche se la moto è diversa ci aiuta nel controllo della moto, in vari tipi di condizioni e avere Valentino come maestro aiuta molto. Al Ranch sono uno dei più forti, ce la giochiamo… E’ bello battagliare con un campione come Vale.

Sappiamo che il team Forward è come una grande famiglia. Qual è il segreto del successo di questo team?

Il team Forward mi ha aiutato molto a crescere. Sono stato accolto bene, lo scopo del capo del team e di tutta la squadra è che il pilota stia bene e sia tranquillo. Non bisogna bruciare le tappe, bisogna fare le cose con metodo e il team non lascia niente al caso

Come hai trascorso il periodo invernale lontano dalle piste?

L’inverno è importante per arrivare preparati alla prima gara. Mi concentro sulla riabilitazione della spalla, sugli esercizi, mi alleno molto in palestra. Quando mi sento pronto mi alleno sia al Ranch che con la moto da cross e cercherò di arrivare al meglio fisicamente per i test di metà febbraio con la Moto2.

Luigi Ciamburro