Pablo Nieto: “Valentino mi ha chiesto di mantenere la rotta”

photo Facebook

Lo Sky Team VR46 dal 2017 affronterà una doppia sfida. Nicolò Bulega e Andrea Migno proseguiranno la sfida in Moto3. Francesco Bagnaia e Stefano Manzi esordiranno in Moto2 per una nuova avventura. A dirigere il progetto Pablo Nieto che in un’intervista a Sky Sport afferma: “Ora siamo al punto giusto. Il 2017 è l’anno per iniziare a raccogliere quanto seminato”.

La famiglia VR46 cresce e da quest’anno ci sarà l’esordio in Moto2. Sarà la prima volta come team, ma nello staff saranno subito presenti professionisti con esperienza in materia. “Valentino mi ha chiesto di mantenere la rotta, di continuare sulla strada intrapresa fino ad oggi – ha detto Pablo Nieto -. Con tranquillità. Sarà ovviamente più complesso, saremo in 35 e qualcosa nel sistema cambierà”.

Il team di Valentino apre un secondo fronte

Il manager spagnolo dovrà dividersi su due fronti, ma sembra avere già pronta una tabella di marcia. “Nel weekend il mio lavoro è soprattutto concentrato il venerdì e il sabato, e per fortuna le FP e le qualifiche della Moto3 si disputano prima, poi viene la MotoGP, ed io posso respirare, e quindi la Moto2. Insomma il tempo c’è per occuparmi delle due classi e poi non sarò solo”.

Bulega e Migno saranno costantemente in lotta per le posizioni di vertice. In Moto3 lo Sky Team VR46 può contare su già tre anni di esperienza e sulla KTM, la moto più competitiva della classe. In Moto2 si dovranno invece gettare le basi per il futuro pur contando sull’ottima Kalex. “Bagnaia è cresciuto tanto ed ha le idee chiare, già ai test abbiamo trovato un bel feeling, ed è una cosa importante. Manzi è al suo primo Mondiale in assoluto, deve solo imparare a divertirsi e non pretendere più di tanto… Ed entrambi devono capire che ci saranno momenti complicati”.