Formula 1, GP di Silverstone a rischio?

Silverstone (©Getty Images)

La Formula 1 è in continuo movimento, i tracciati si inter-scambiano tra loro nel tortuoso calendario che di stagione in stagione si stravolge. A farne le spese sono soprattutto i circuiti storici, che lasciano il passo ai tecnologici, nuovi gran premi, disegnati dall’architetto di fiducia di Ecclestone, Hermann Tilke.

Per onestà intellettuale bisogna dire che i nuovi tracciati sino ad ora non hanno favorito di certo lo spettacolo e il più delle volte, costruiti in luoghi dove c’è ancora una certa disaffezione nei confronti della Formula 1 hanno portato anche a spalti semivuoti. Probabilmente tra i gran premi più spettacolari sia per pubblico presente che per ciò che accade in pista continua ad essere il vecchio Monza il circuito più bello.

Tanti Gp storici rischiano di uscire

I vecchi gran premi però stanno incontrando sempre più difficoltà nel sostenere le spese che hanno. Salvato in extremis proprio il Gran Premio d’Italia, ora a far paura agli addetti ai lavori è la possibile uscita di scena da parte del Gran Premio di Gran Bretagna. Intanto si attende il 2018 per il grande ritorno del Gran Premio di Francia, che dovrebbe disputarsi a Le Castellet, mentre sono in bilico il circuito di Interlagos e quello di Singapore.

Per quanto concerne Silverstone, invece, i guai sembrano decisamente seri. Come riportato da “ITV.com”, John Grant, presidente del BRDC (British Racing Drivers’ Club) ha inviato una lettera in cui propone di interrompere anzitempo il rapporto tra Silverstone e la Formula 1, per salvare il Gp dal tracollo finanziario. L’idea sarebbe quella di prendersi una pausa a partire dal 2019, sino a data da destinarsi. In ogni caso qualunque decisione non verrà presa prima di luglio 2017.

Grant, infatti, nell’epistola scrive: “Il Consiglio sta valutando se sarà necessario dare preavviso prima del Gp del 2017, così da esercitare la clausola rescissoria presente nel contratto, valida sino alla fine del 2019”. Attualmente Silverstone è legata alla Formula 1 con un accordo lunghissimo, che arriva sino al 2026, ma sembra davvero giunta al crepuscolo l’avventura dello storico Gran Premio di Gran Bretagna. Si attendono sviluppi, magari con un colpo di coda nel finale in stile Monza, per salvare uno dei tracciati più belli e affascinanti della storia della Formula 1.

Antonio Russo