MotoGP, Marc Marquez: “Nel 2017 voglio vincere ancora”

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Marc Marquez ha vinto il titolo della MotoGP 2016 con 49 punti di vantaggio su Valentino Rossi. Tre titoli iridati in quattro anni nella classe regina e nessuna intenzione di sentirsi appagato. “Voglio mantenere il mio attuale atteggiamento verso lo sport e spingere un po’ di più”, ha assicurato il campione in vista del nuovo anno.

Sei vittorie e primo titolo mondiale nella sua prima stagione da rookie. Nel 2014 segna il record di dieci vittorie consecutive e si erge dinanzi al mondo della MotoGP come una delle maggiori promesse dello sport. Il 2015 è una stagione costellata di errori e deve cedere il passo agli avversari Yamaha. Pronto riscatto nel 2016, quando bastano cinque vittorie e sette podi per mettere le mani sul titolo. Grazie soprattutto agli errori e alle cadute di Lorenzo e Rossi che hanno facilitato la volata fino a Motegi.

2017: la voglia di fare poker!

“Per me la stagione 2016 è stata molto, molto difficile, ma anche speciale perché era forse la prima stagione in cui ho sentito la pressione giusta – ha ammesso Marc Marquez a Speedweek.com -. Il mio unico obiettivo era quello di essere di nuovo al top. Sono riuscito a farlo… E’ bello quando mi paragonano alle leggende. Sono il più giovane pilota a vincere tre titoli nella classe regina. E in aggiunta nel 2013 sono stato il pilota più giovane a vincere un titolo nella classe regina. Questo è indescrivibile, ma anche difficile da afferrare per me. Io preferisco essere onesto, non pensare troppo a questo proposito perché voglio mantenere il mio attuale atteggiamento verso lo sport e continuare a spingere in questo modo”.

Il 2016 ha regalato un titolo in terra nipponica, a Motegi, patria della Honda. Non poteva esserci occasione migliore per scrivere il proprio nome dell’albo dei campioni. “E’ stato uno strano fine settimana. Abbiamo vinto il titolo davanti al nostro grande capo ed è anche una cosa importante – ha detto Marc Marquez -. E’ stato importante per la Honda. Mi ha fatto piacere festeggiare con tutto il personale giapponese e la mia squadra”.

Ma il fenomeno di Cervera non ci pensa ad adagiarsi sugli allori. Bisogna analizzare gli errori e i punti di forza per progettare un altro grande mondiale. Nel 2017 sarà ancora Marquez l’uomo da battere, il pilota che riesce a fare la differenza con il suo stile di guida impeccabile. “A gennaio dovremo essere fisicamente ben preparati. Alla fine il mio obiettivo è il titolo 2017. Ma sarà difficile”.