Mick Schumacher: “Sogno il titolo mondiale in F1”

Mick Schumacher (© Getty Images)

Un titolo mondiale in Formula 1. E’ questo il sogno nel cassetto di Mick Schumacher, che per la prima volta rompe la consueta reticenza e confessa a cuore aperto le sue ambizioni di pilota.

Dopo due anni di gavetta in Formula 4, nel 2017 Schumacher Jr. spiccherà il grande salto nell’Europeo di Formula 3. Il giovane tedesco, figlio d’arte (e che arte!), ha deciso di uscire allo scoperto, rivelando in un’intervista ai colleghi della Bild che anche lui coltiva la segreta speranza di diventare, un giorno, campione iridato di Formula 1, come ogni pilota che si rispetti. E, soprattutto, come suo padre Michael.

 

Sulle orme di papà Michael

Come i lettori di Tuttomotoriweb ben sanno, Mick Schumacher è entrato nel 2016 a far parte della Prema Powerteam, scuderia con cui ha portato a casa due secondi posti nei campionati di Formula 4 tedesca e italiana. Dalla prossima stagione, invece, compirà il primo passo verso la mitica F1. E’ proprio dalla Formula 3, infatti, che sono partiti tantissimi big delle monoposto. Basti citare Max Verstappen, Esteban Ocon e Lance Stroll… ma l’elenco potrebbe continuare. Il progetto di Mick, dunque, poggia su solidi presupposti: “Voglio diventare campione del mondo in Formula 1 come ogni pilota – ha dichiarato il giovane alla testata tedesca – . L’esperienza nel 2017 in Formula 3 rappresenta per me una grande sfida, il campionato è di alto livello e si comincerà a fare sul serio dal punto di vista della professionalità. E’ il giusto passo successivo nella mia carriera… Non vedo l’ora di iniziare”. 
La Dallara spinta dal motore Mercedes preparata dalla scuderia veneta, e con la quale si è spesso cimentato negli ultimi mesi, gli ha regalato sensazioni molto positive: “La macchina è molto divertente da guidare”, ha raccontato Schumacher Jr., mostrandosi meno intimorito che in passato all’idea che i riflettori saranno sempre puntati su di lui. “Farò i conti con lo spasmodico interesse dei media – conclude – , voglio solo correre, per me questa è la cosa più importante… Non mi do una scadenza per il passaggio alla F1… lo farò quando mi sentirò pronto e attenderò il momento opportuno”.