F1: il libro-verità di Nico Rosberg sul Mondiale 2016

Nico Rosberg
Nico Rosberg (© Getty Images)

Un libro esclusivo con i segreti, i retroscena e le testimonianze di prima mano del “suo” Mondiale. E’ questa la sorpresa di Natale che Nico Rosberg, campione iridato 2016 della F1, ha dedicato a tutti i suoi fan e agli appassionati delle monoposto (e non solo).

In un libro a tiratura limitata, e realizzato nell’ambito di un’iniziativa benefica, il talentuoso pilota della Mercedes ha ripercorso tutte le tappe della stagione passata del Circus insieme al suo collaboratore Georg Nolte e al fotografo Paul Ripke. L’annuncio, come detto, è stato dato dallo stesso Nico Rosberg a ridotto di questo Natale. Il volume, in edizione speciale, è intitolato “Finally” e contiene il suo racconto di una stagione 2016 coronata con la conquista del titolo piloti, ma segnata anche dal suo addio “a sorpresa” alle competizioni. A quanto si apprende, il libro contiene molte foto esclusive e, soprattutto, il racconto di Georg Nolte (fido collaboratore del pilota in questi anni di militanza nel Campionato Mondiale), con un gustosissimo dietro le quinte dell’ultima fatica iridata.

 

La parola al Campione

“Gli ultimi mesi che mi hanno visto impegnato nella lotta per il titolo sono stati documentati da Paul Ripke, un fotografo fantastico – ha spiegato Rosberg nel presentare l’iniziativa, come riporta Motorsport – .Credo che dal suo lavoro riesca a trasparire tutta la storia di questo Mondiale, tra alti e bassi. Questo libro è un’opportunità per rivivere insieme dei momenti particolari, la drammatica gara, le emozioni provate dopo la bandiera a scacchi ed infine l’annuncio di Vienna”. “La prima edizione del libro di Paul non ce l’ha fatta ad essere nelle librerie prima di Natale – ha aggiunto il campione – ma abbiamo stampato 1.000 copie per le persone più vicine, gli amici e…te! Ci saranno infatti 50 copie che si possono vincere in una lotteria di beneficenza per l’associazione ‘Viva con Agua’. Ed altre 100 saranno consegnate alle offerte più alte”.