F1, rallentamenti Bottas-Mercedes? Williams alza le richieste

Valtteri Bottas
Valtteri Bottas (©Getty Images)

Il passaggio di Valtteri Bottas in Mercedes viene dato per fatto da giorni, ma ancora non c’è ufficializzazione. E sono in molti a domandarsi il motivo.

C’è chi ritiene che, prima, è necessario che la Williams chiuda definitivamente l’accordo per il ritorno di Felipe Massa. Il brasiliano avrebbe accettato, in cambio di un ingaggio da circa 6 milioni di euro. Però ci sarebbero ancora dei dettagli da discutere e risolvere. Solo dopo ci sarà il via libera per Bottas in Mercedes.

Ma secondo altre fonti, le motivazioni del ritardo del passaggio del pilota finlandese alla cassa di Stoccarda sono altre. Il quotidiano Marca spiega che il rallentamento è dovuto alle richieste della Williams. La scuderia di Grove, infatti, pretende che la fornitura di motori Mercedes per il 2017 sia completamente gratuita. Un dimezzamento del prezzo, da 20 a 10 milioni di euro, non basta. Il team inglese ha alzato la posta e spera che la controparte acconsenta.

Difficile pensare che la Mercedes possa andare oltre un sostanzioso sconto proposto. Però le trattative proseguono e la sensazione è che alla fine l’affare si farà. C’è ancora un po’ di tempo prima di poter chiudere la questione, ma non bisogna tirare troppo la corda. Intanto la casa di Stoccarda continua a tenere ‘parcheggiato’ Pascal Wehrlein in attesa di concludere l’ingaggio di Bottas. Il giovane tedesco era dato in direzione Sauber, dove può approdare solamente in caso di trasferimento del finlandese. Se tutto salterà, invece sarà proprio il 22enne di Sigmaringen a diventare il sostituto di Noco Rosberg.

La Mercedes contava di porre fine alla vicenda entro fine 2016, ma non è escluso che serva ulteriore tempo per sistemare le cose. Lewis Hamilton fa il tifo per Wehrlein, che ritiene un compagno meno ingombrante rispetto a Bottas. Il tre volte campione del mondo di F1 vuole essere leader incontrastato all’interno del team.