Aleix Espargaro: “Suzuki occasione persa, è colpa mia”

Aleix Espargaro
Aleix Espargaro (©Getty Images)

La stagione 2016 di Aleix Espargaro è stata piuttosto deludente, tant’è che non ha trovato l’accordo per proseguire con Suzuki. Il 27enne pilota spagnolo non ha saputo sfruttare lo stato di grazia della GSX-RR, non riuscendo a conquistare nessun podio, ma solo un quarto posto come miglior piazzamento.

Due stagioni in Suzuki terminate all’11° posto in classifica, un risultato timido che ha spinto a dividere le strade, con Aleix Espargaro ingaggiato da Aprilia e la casa di Hamamatsu che ha dirottato su Rins e Iannone dopo l’addio di Vinales. Troppo errori in gara da parte di Aleix non gli hanno permesso di poter alzare la voce, restando quasi sempre alle spalle del compagno di squadra.

“Ho imparato molte cose, perché ho avuto problemi con il cambio di fornitore di pneumatici – ha detto Espargaro a Speedweek.com -. Ho imparato come si deve lavorare se hai problemi. Inoltre, ho notevolmente ampliato la conoscenza tecnica, perché dai problemi con la gomma anteriore abbiamo dovuto cambiare molto sulla geometria della macchina, quasi ogni fine settimana. Io sono una persona curiosa, quindi ho chiesto spiegazioni ad ogni cambiamento”.

Problema feeling con gomme Michelin

Durante il 2016 il team Suzuki Ecstar ha apportato numerose modifiche al telaio e all’altezza della moto, oltre ad altri piccoli particolari. “Non ho trovato il giusto feeling con la gomma anteriore Michelin. Gran parte del problema è stata anche colpa mia. Infatti, è evidente che le gomme non erano così male. Basta vedere i tempi sul giro per capire che le gomme erano competitive. Mi sentivo forte sulla Suzuki con le gomme Bridgestone. Ma in questa stagione non siamo riusciti a trovare il giusto set-up”.

I problemi principali di Aleix Espargaro erano all’ingresso di curva, la mancanza di grip al posteriore, ma il vero cruccio è stato il pneumatico anteriore. Visti i risultati ottenuti da Maverick Vinales, sa di aver perso una buona opportunità per fare bene. Adesso non resta che fare tesoro dei tanti errori e migliorarsi in sella all’Aprilia.

“Ho avuto la mia occasione nel 2016. Non l’ho sfruttata a causa dei molti problemi – ha ammesso Aleix Espargaro -. Ma l’occasione era disponibile, perché la moto era molto competitivo. Forse non era una macchina vincente per tutte le rotte, ma Maverick ha dimostrato che in ogni gra si poteva lottare per la top 6 con lei. Ringrazio davvero la Suzuki per l’opportunità che ho avuto nel 2016 – ha concluso -. Ho avuto una grande occasione”.