MotoGP, Marc Marquez: “Non ho cantato contro Valentino Rossi”

Marc Marquez
Marc Marquez (©Getty Images)

Il campionato MotoGP 2016, conquistato da Marc Marquez, è ormai alle spalle e già si pensa a quello 2017. Sono tutti curiosi di vedere quali saranno i valori in pista alla prima gara in Qatar, sul tracciato di Losail.

Intanto tra i piloti c’è chi si sta riposando e chi fino a pochi giorni fa era ancora a correre. Tra questi ultimi ci sono lo stesso Marquez e Valentino Rossi, impegnati su corse in piste di terra. Lo spagnolo pochi giorni fa ha vinto la Superprestigio Dirt Track a Barcellona, battendo Toni Elias e l’esperto Brad Baker. E’ la sua seconda affermazione, dopo quella del 2014, al sentito evento presso il Palau Sant Jordi.

Marc Marquez su MotoGP e Rossi

Marc Marquez è stato raggiunto in Spagna dai microfoni di Sky Sport per parlare del passato, del presente e anche del futuro. Il pilota Honda è partito commentando la vittoria del titolo 2016, inaspettata per come erano messe le cose nella preseason. Queste le sue parole in merito: “A febbraio nel test in Malesia mi sembrava impossibile vincere. Poi abbiamo iniziato abbastanza bene e nella seconda parte dell’anno è stato tutto più bello. Le gare chiave sono state quelle in Olanda e Germania, molto importanti perché ho preso il vantaggio più grande. Quando prendi un vantaggio grande è più facile controllare poi”.

Ad Assen e Sachsenring gli errori di Valentino Rossi e i problemi di Jorge Lorenzo sul bagnato hanno consentito al fenomeno di Cervera di allungare in classifica in maniera netta. Dopo il gran premio tedesco il Mondiale era praticamente concluso e anche noi di Tuttomototoriweb.com lo abbiamo scritto. Dopo lo spagnolo ha solamente dovuto gestire e non ha faticato più di tanto, avendo comunque una moto molto competitiva con cui contrastare i concorrenti.

In ottica 2017, oltre a lui e ai due citati rivali, ci sarà un altro incomodo nella lotta per il titolo. Si tratta di Maverick Vinales, nuovo compagno di Rossi e sostituto di Lorenzo in Yamaha. Marquez conferma di tenerlo in forte considerazione: “Nei test di Valencia sapevo che sarebbe stato così veloce. Già andava forte con la Suzuki e la Yamaha va meglio. Me lo aspetto in lotta per il campionato fin dalla prima gara”.

Il centauro della Honda ha infine avuto modo di spiegare di non aver cantato il coro contro Valentino Rossi a Rufea, nonostante l’intonazione dei tifosi presenti sul posto per celebrare Marc: “Io non cantavo, ho solo saltato perché bisognava saltare. Era la gente che cantava e sapevo che sarebbe venuto fuori casino. Forse sarebbe stato fatto pure a parti inverse in Italia. L’importante è che abbiamo fatto belle gare con Valentino, come Montmelò e Silverstone”.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)