Danilo Petrucci: “Devo stare vicino a Lorenzo e Dovizioso”

Danilo Petrucci
Danilo Petrucci (©Getty Images)

Per Danilo Petrucci il 2017 sarà la stagione della riscossa, dopo l’infortunio alla mano che ha compromesso l’ultima stagione. Ma nella seconda parte di campionato ha vinto la sfida interna con Scott Redding, aggiudicandosi la Ducati ufficiale GP17. Durante la pausa invernale sarà nel ternano ad allenarsi con la moto da enduro. L’obiettivo per l’anno nuovo è tenere il passo con Jorge Lorenzo e Andrea Dovizioso.

Dopo la caduta a Phillip Island nel corso dei test invernali, Danilo Petrucci è stato subito operato a Melbourne, ha tentato un affrettato ritorno in pista a Losail, ma la situazione è stata peggiorata. Ha subito un secondo intervento, ha saltato i primi quattro Gran Premi ed è tornato in pista a Le Mans, tra acciacchi e ritardi nella preparazione. La stagione 2016 di MotoGP si è conclusa al 14° posto a quota 75 punti, un punto in più del compagno di squadra Scott Redding. Quanto basta per aggiudicarsi il premio di una moto ufficiale per il prossimo campionato.

Petrux agli esami del 2017

Adesso è tempo di allenarsi e mettersi alle spalle un’annata storta ancor prima di cominciare. “Toglierò viti e placche alla fine del 2017, non voglio pregiudicare la prima stagione con la moto factory”, ha detto Petrux a ‘La Gazzetta dello Sport’. Vietato commettere errori, perchè con la GP17 avrà il potenziale per puntare costantemente al podio. “Avrò le stesse evoluzioni di Lorenzo e Dovizioso. Anzi, quasi meglio: sperimenterò in anteprima alcune soluzioni. Per me significa uno stimolo e non avere più scuse. Devo stare a ridosso di Jorge e Dovi. L’obiettivo è piazzarsi nella parte alta della classifica, con i piloti ufficiali”.

Per motivi familiari ha dovuto saltare il primo approccio con la Desmosedici ufficiale a Valencia, ha effettuato pochi giri a Jerez complice anche il maltempo. Bisognerà attendere i primi test di Sepang a fine gennaio per constatare le prime impressioni e capire fino a che punto potrà tenere il ritmo delle Honda e Yamaha ufficiali. “Se Lorenzo e Dovi vincono, anche io potrò togliermi soddisfazioni. Il mio contratto scade quest’anno – ha detto Danilo Petrucci -. Ma penso solo a dimostrare quanto valgo su una moto ufficiale”.