MotoGP, regolamento gomme: mescole chiare per tutti

Gomma Michelin
Gomma Michelin (©Getty Images)

La Grand Prix Commission ha apportato delle novità al regolamento sui pneumatici della MotoGP. Dal 2017 piloti e TV saranno subito a conoscenza della strategia gomme adottate da ciascun concorrente. La GP Commission composta da Carmelo Ezpeleta, Ignacio Verneda, Herve Poncharal, Takanao Tsubouchi, Carlos Ezpeleta e Mike Trimby hanno decretato le decisioni in una seduta tenutasi il 15 dicembre 2016.

Dal Campionato del Mondo di MotoGP 2017 sarà vigente un sistema wireless che consente la rilevazione automatica della mescola utilizzata. Grazie alla collaborazione di Michelin e dei costruttori della classe regina sarà a disposizione di team e piloti questo sistema innovativo che renderanno palese la strategia gomme adottata. In questo modo anche i telespettatori potranno conoscere da subito il tipo di mescola adoperata. L’informazione viene inviata alla ECU unificata e instradata nel sistema di rilevazione dei tempi riportati da una versione aggiornata del software unificato.

Aumentano le gomme da bagnato

Novità anche per i piloti che accedono alla Q2 passando per la Q1. Potranno scegliere una gomma morbida in più al posteriore, ma il numero totale di gomme resta invariato anche per loro. Il numero massimo di gomme da bagnato è stato cambiato e aumentato da cinque a sei per la ruota anteriore. La Direzione Gara potrebbe approvare l’uso di un ulteriore pneumatico anteriore e posteriore per le libere e le qualifiche che si svolgeranno sul bagnato.