FCA, sotto inchiesta un milione di auto

FCA group
FCA group (image by Twitter)

Giungono brutte notizie dagli Stati Uniti per il gruppo FCA che ha visto un milione dei suoi veicoli che sono finiti sotto inchiesta da parte della NHTSA, un ente americano che mira ad assicurare la sicurezza nel mondo dei trasporti, riguardo un milione di automobili tra pick-up RAM e SUV Dodge. Il motivo della nascita dell’inchiesta partita proprio pochi giorni fa è che molti proprietari delle vetture prodotte dal gruppo hanno mostrato alcuni difetti che hanno portato anche al ferimento di persone. In molti hanno segnalato che le auto hanno continuato a muoversi una volta spente e dopo che il conducente fosse sceso dall’abitacolo.

FCA collabora all’inchiesta partita negli USA

Al momento l’azienda italo-statunitense ha deciso di collaborare alle indagini per cercare di capire quelli che sono i problemi e se il difetto è riconducibile a problemi di elettronica o di fabbrica. Già in passato, durante lo scorso aprile, la FCA aveva deciso di effettuare alcuni controlli su gran parte dei propri SUV dopo che erano stati segnalati degli incidenti nati proprio da un difetto simile che ora ha portato all’indagine negli Stati Uniti.

Tutto questo ha riportato alla mente lo sfortunato caso dell’attore Anton Yelchin, uno dei protagonisti dell’ultimo Star Trek, che è rimasto ucciso dalla sua Jeep Gran Cherokee che, dopo essere stata spenta, lo ha schiacciato contro il cancello del suo giardino con la famiglia del giovane che aveva già esposto una denuncia nei confronti della FCA. Nelle prossime settimane si avranno novità in merito al nuovo caso nato proprio negli ultimi giorni con l’azienda italo-americana che con ogni probabilità andrà a fondo per cercare di capire quali possono essere i meccanismi che portano le auto a muoversi una volta spente per cercare di non creare più disagi ai proprietari.