MotoGP: Dorna sperimenta la cable-cam per il 2017

Motomondiale (© Getty Images)

La Dorna, organismo che riunisce gli organizzatori della MotoGP, è impegnata nella sperimentazione di un nuovo sistema di trasmissione delle immagini per le gara della classe regina. L’obiettivo è quello di migliorare la qualità e l’efficienza del servizio offerto agli addetti ai lavori e agli appassionati delle due ruote.

Molto probabilmente nel prossimo Campionato del Mondo della MotoGP beneficerà di una serie di miglioramenti in termini di trasmissioni televisive degli eventi in pista. D’altra parte, la Dorna, nella sua veste di ente promotore, è storicamente nota da tempo per l’alta qualità delle immagini televisive proposte al pubblico del Motomondiale e per la sua inarrestabile corsa all’innovazione.

 

Una tecnica vantaggiosa

Già nella passata stagione, per la verità, nelle giornata di prova dei round di Barcellona e Valencia si è fatto ricorso a una cable-cam a controllo remoto. A Valencia, in particolare, l’impianto è stato installato sulla pit lane, che corre in parallelo al cavo di 150 metri di lunghezza cavo d’acciaio, per riprendere dalla migliore prospettiva possibile la corsa dei piloti impegnati in gara.

La tecnica in questione è stata utilizzata per diversi anni nello ski jumping, e persino nel calcio (in quel caso mediante l’impiego di un vero e proprio reticolo di funi). Secondo quanto riportano i colleghi di Speedweek, la novità più interessante, nel caso della sua applicazione alla MotoGP, sta nel fatto che anche le lenti della cable camera possono essere controllate da remoto. Ciò significa che è possibile di volta in volta inquadrare l’obiettivo di interesse. Almeno per il momento, però, i vertici della Dorna non forniscono una risposta ufficiale a chi domanda loro se questa tecnologia sarà utilizzata in modo permanente nel corso della stagione 2017.