F1, Bottas-Mercedes e Massa-Williams: giungono conferme

Valtteri Bottas Felipe Massa
Valtteri Bottas e Felipe Massa (©Getty Images)

Negli ultimi giorni ci sono stati importanti sviluppi per quanto riguarda il mercato piloti della Formula1. Il ritiro di Nico Rosberg e la conseguente ricerca di un nuovo driver in casa Mercedes hanno creato uno scenario inatteso.

Dopo settimane di indiscrezioni e smentite, sembra che siamo ormai vicini a definire ogni cosa. Stando a quanto riportato dal giornalista Carlo Vanzini a Sky Sport, sarebbe in dirittura d’arrivo il trasferimento di Valtteri Bottas in Mercedes con il conseguente ritorno di Felipe Massa in Williams. Questa doppia operazione potrebbe essere annunciata a breve, ci sono ancora dei dettagli economici da limare.

F1, Bottas in Mercedes e Massa in Williams?

Valtteri Bottas è stato designato come erede ideale di Nico Rosberg da parte della scuderia di Stoccarda. E’ un pilota di talento e con esperienza. Inoltre per carattere sembra poter andare d’accordo con Lewis Hamilton, senza infastidirlo troppo. Anche se il finlandese salendo sulla Mercedes punterebbe a vincere e dunque la rivalità aumenterebbe.

Per liberarlo la Williams riceverà dalla casa tedesca uno sconto da 10 milioni di euro sulla fornitura di motori. Ad ogni modo la Mercedes sta ancora discutendo con Bottas in merito alla durata del contratto. Il pilota vorrebbe un triennale, mentre il team offre un 1+1. Su questo accordo si giocheranno poi anche le prospettive future in F1. Se il driver scandinavo dovesse firmare un contratto pluriennale, colleghi come Sebastian Vettel e Fernando Alonso vedrebbero spegnersi ogni speranza di approdo in Mercedes per il 2018, ovvero dopo la scadenza dei loro attuali accordi con Ferrari e Mercedes. Un contratto annuale, invece, lascerebbe aperte molte porte.

Per quanto concerne Felipe Massa, il suo ritiro dalla F1 era stato annunciato da tempo, però c’è la concreta possibilità di un passo indietro. Anche perché la Williams per tornare pare gli abbia offerto un maxi-stipendio (circa il 50% in più di quello che guadagnava prima). La scuderia di Grove ha accettato di lasciar partire Bottas solo quando ha capito che il brasiliano poteva tornare. Infatti voleva un pilota d’esperienza per affiancare il giovane esordiente Lance Stroll. Nel team sono in arrivo capitali importanti e anche Paddy Lowe, attuale direttore sportivo Mercedes. Dunque il 2017 potrebbe avere grandi prospettive di rilancio per la squadra inglese.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)