Chrysler Pacifica by Google: la nuova avanguardia della guida autonoma

Fiat Pacifica by Google (foto Autoexpress)

Metti insieme un colosso dell’auto come il gruppo FCA e Waymo, l’azienda di Alphabet che ha raccolto l’eredità della Google Car: da due eccellenze del genere non poteva che nascere un prodotto speciale, qual è la Chrysler Pacifica autonoma ora pronta al debutto.

Dagli impianti di produzione del gruppo FCA sono finalmente uscite le cento Chrysler Pacifica destinate ai test di Waymo, importante costola di Google (lo sviluppo dei veicoli ha coinvolto i centri test FCA di Chelsea, in Michigan, di Yucca, in Arizona, e altri siti californiani messi a disposizione da Big G).

I prototipi, in livrea bianca, montano una versione evoluta dell’hardware e dei software autonomi già impiegati sulle Lexus RX 450h, dotati di sensori come le classiche “torrette” Lidar collocate sul tetto. La base delle nuove Google Car è infatti la versione ibrida plug-in della Pacifica (di cui si attende ora una variante 100% elettrica), modificata a livello di propulsore e di telaio proprio ai fini della sperimentazione.

 

Il futuro della mobilità

La Chrysler Pacifica autonoma inizierà a circolare all’inizio del 2017. “I team del Gruppo FCA sono stati dei partner molto validi – ha spiegato John Krafcik, Ceo di Waymo – . Grazie a loro, sono bastati sei mesi per passare dall’avvio del programma all’assemblaggio dei veicoli”. I minivan affiancheranno la flotta esistente, composta dalle Lexus e dalle “koala car”.

Parole di soddisfazione sono state espresse anche dal numero 1 di FCA Sergio Marchionne: “Collaborazioni strategiche come questa sono vitali per promuovere la cultura dell’innovazione, della sicurezza e la tecnologia – ha detto il manager – . La partnership con Waymo permette a FCA di cogliere direttamente le opportunità e le sfide che l’industria automotive si trova ad affrontare, mentre ci avviciniamo velocemente a un futuro dove i veicoli autonomi saranno parte integrante della nostra vita”. All’orizzonte si profila un futuro in cui Alphabet avvierà delle partnership ad hoc con i costruttori tradizionali, fornendo soluzioni da applicare sui veicoli di serie. Parafrasando una vecchia battuta, è il futuro della mobilità, bellezza!

Fiat Pacifica by Google (foto Autoexpress)