F1, Lewis Hamilton: “Mercedes mi ha mancato di rispetto”

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (©Getty Images)

Nonostante di recente una foto pubblicata insieme a Toto Wolff abbia fatto pensare che il clima in Mercedes fosse tornato sereno, in realtà Lewis Hamilton cova ancora del rancore.

Il pilota britannico non ha mai nascosto la sensazione che i vertici del team potessero in qualche modo preferire Nico Rosberg a lui, soprattutto per un discorso di nazionalità. Visto che scuderia tedesca che vince con driver tedesco sicuramente rappresenta un bello spot. Era pure emersa velatamente un’accusa di ‘sabotaggio’, quando la monoposto di Hamilton aveva problemi e quella del compagno-rivale invece no. La situazione è sempre stata tesa.

Lewis Hamilton critica la Mercedes

Oggi il tabloid The Telegraph è uscito facendo delle rivelazioni importanti inerenti alcune parole rilasciate da Lewis Hamilton in merito a quanto avvenuto ad Abu Dhabi. Ricordiamo tutti che lui ha appositamente rallentato per fare in modo che Nico Rosberg, che era dietro di lui, venisse raggiunto e superato da Sebastian Vettel e Max Verstappen. Se lo avessero sorpassato, l’inglese sarebbe stato campione del mondo.

Il suo comportamento fu contestato, anche all’interno della Mercedes. Fu criticato il fatto che avesse messo se stesso davanti alla squadra. E, secondo quanto riportato dal Telegraph, queste sono le parole di Hamilton sul tema: “E ‘stato uno dei tanti momenti scomodi dell’anno. In definitiva vedendo ciò che era stato detto in seguito, mi sentivo abbastanza mancato di rispetto da parte delle persone che avevano parlato”. Il riferimento è ai vertici del team Mercedes, severi nei suoi confronti.

Il tre volte campione di F1 non ha accettato che dalla squadra gli fosse stato detto di accelerare e dire addio al titolo, mentre lui con la sua strategia stava provando a vincerlo. E quando gli è stato chiesto se adesso la situazione è stata risolta, lui ha risposto: “No”. Il clima rimane caldo all’interno della scuderia anglo-tedesca, che dovrà trovare il modo di sistemare tutto per poter puntare con tranquillità alla vittoria nel 2017. Gli screzi non fanno bene, si sa.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)