Max Biaggi: “Io ispirato da Valentino? Non tanto”

Max Biaggi
Max Biaggi (©Getty Images)

Se Max Biaggi, ha un modello ispiratore, questi non è Valentino Rossi. O, almeno, il Dottore non è per lui la principale figura di riferimento. A rivelarlo è lo stesso ex centauro romano, in una serie di dichiarazioni che, come sempre, faranno discutere.

Nel corso di una lunga e gustosissima conversazione con i colleghi della Gazzetta dello Sport, Max Biaggi ha parlato della sua nuova, emozionante esperienza nel mondo delle due ruote: il Max Racing Team, la squadra con la quale nel 2017 farà il suo debutto nel Campionato Civ italiano Moto3 con due piloti sulla Mahindra ufficiale, Alessandro Dal Bianco, 19enne di Cattolica, e Davide Baldini, 13enne napoletano.

A chi gli domanda se il Campione di Tavullia sia anche per lui una fonte di ispirazione, il fuoriclasse romano, ex Campione del mondo in 250 e Superbike, risponde: “Non tanto direi, perché lui ha una concezione diversa”. C’entra anche l’Academy, che a Biaggi sembra “più focalizzata sull’attività al Ranch”, mentre “io voglio concentrarmi sul team, sui piloti, soprattutto su un’azienda che produce moto e per la quale noi saremo importanti. Lavoreremo e svilupperemo per Mahindra, ci hanno già chiesto di fare test specifici”. Sempre a proposito del suo nuovo progetto, il Corsaro conferma che non vede l’ora di cominciare, perché la sfida lo eccita, e sottolinea che “non ho voluto dare nulla per scontato, abbiamo creato un’organizzazione di livello per puntare subito in alto, anche se dimostrarlo sul campo non sarà semplice”.

Impossibile non fare un cenno al prossimo campionato del Mondo della MotoGP. Valentino Rossi lotterà ancora per il titolo iridato? “Quest’anno è andato bene, ma ogni anno cambiano i valori – osserva al riguardo Biaggi – . Per me il 2017 sarà ancora più imprevedibile, [Maverick] Viñales è sicuro che lotterà subito per il Mondiale e poi vedremo una moto italiana sempre lì davanti”.