Volkswagen Bulli: il microbus si prepara al grande ritorno

(foto Autoblog.com)

Il progetto del grande ritorno del Volkswagen Bulli si fa sempre più concreto. La deadline fissata dalla Casa di Wolfsburg per la messa a punto del nuovo modello è il 2020.

Secondo quanto riferiscono i colleghi di Autoblog, il nuovo Bulli dovrebbe ispirarsi al Budd-E Concept, di cui vi abbiamo già parlato tempo fa, ed essere esclusivamente elettrico. L’indiscrezione è da prendere con le molle, mancando ancora di ogni l’ufficialità, ma a quanto pare il mitico pulmino di Casa Volkswagen, noto anche come Microbus, potrebbe essere riproposto in una variante altamente ecologica con alimentazione elettrica. Il tutto nel segno della tanto pubblicizzata svolta green a seguito della burrasca del Dieselgate.

 

La novità in arrivo da Casa Volkswagen

La novità non è certo di poco conto, dato che il Microbus ha visto finora solo delle riproposizioni a livello di concept, a differenza di altri modelli storici quali, ad esempio, il Maggiolino. Ed è proprio nel solco Budd-E Concept, e a fronte dell’esigenza di mettere sul mercato un maggior numero di veicoli elettrici, in linea con il trend dei costruttori a livello mondiale, che Volkswagen intenderebbe dar vita al Microbus dei nostri giorni. Se per il momento ci sarebbe solo il “disco verde” allo sviluppo di una variante destinata alla produzione, dunque, secondo quanto si mormora tra gli addetti ai lavori il nuovo Bulli sarebbe pronto a tornare in scena nella sua nuova veste eco-friendly, con una meccanica 100% elettrica.

Pochi, per ora, i dettagli “tecnici” sulle novità in arrivo. Qualche utile indicazione arriva ancora dal prototipo del Budd-E, equipaggiato con batterie agli ioni di litio, con un’autonomia di 600 km e ricaricabile per l’80% in soli 15 minuti, e un abitacolo è contraddistinto da due sedili anteriori (con quello del conducente in grado di ruotare a 360°, ideale anche per una riunione da salotto con amici e colleghi). Presto ne sapremo sicuramente di più.

(foto Autoblog.com)