Marc Marquez carico per la Superprestigio Dirt Track

Marc Marquez
Marc Marquez (foto Twitter)

Marc Marquez il 17 dicembre prenderà parte all’annuale Superprestigio Dirt Track presso il Palau Sant Jordi di Barcellona. Una competizione su pista ovale in terra battuta, lunga 200 metri complessivamente.

Il pilota di MotoGP è inserito nella categoria Superprestigio, riguarda coloro che hanno partecipato a un campionato mondiale FIM di velocità (MotoGP, Moto2 e Moto3) o ad altri campionati internazionali su circuiti di asfalto. Nel 2014 lo spagnolo è riuscito ad aggiudicarsi il trofeo, ma nel 2015 è stato sconfitto dallo specialista Brad Baker nella Super Finale che prevede la partecipazione anche dei migliori della categoria Open, riservata agli esperti dei tracciati offroad.

Marc Marquez carico per la Superprestigio Dirt Track

Marc Marquez in questi giorni si sta allenando per essere competitivo al Palau Sant Jordi di Barcellona e magari vincere, come ha fatto in MotoGP quest’anno. Il pilota ha rilasciato alcune dichiarazioni, riprese da Speedweek, in merito alla sua preparazione per l’evento: “Io non mi sono allenato tanto in questa stagione, in totale ci sono stati soltanto cinque giorni. Il mio piano di formazione comprende anche inserti di motocross, ma devo essere molto attento a mantenere il rischio entro i limiti. La MotoGP è, naturalmente, la priorità”.

Lo spagnolo non può prendersi troppi rischi allenandosi in una disciplina comunque impegnativa come quella del dirt track. Dunque a questo tipo di competizione non potrà mai arrivare al massimo della preparazione, seppur possa dire lo stesso la sua. Sicuramente battere colleghi esperti in questo sport è complicato, ma lui ce la mette tutta.

Marquez ha avuto modo di spiegare che c’è grande differenza tra chi corre su altri tracciati e chi invece abitualmente lo fa su quelli in terra: “Ci sarebbe la necessità di fare pratica ogni giorno. I piloti migliori in questa categoria lo fanno per l’intera stagione, che è ovviamente un vantaggio che hanno contro di noi. Mi alleno bene, ma non ogni settimana, quindi ci sono molte cose che posso migliorare. Spero che sarò più veloce questa volta. Sarebbe fantastico”. Il rider Honda ci tiene a vincere, anche se è la MotoGP il suo primo pensiero.