Paolo Ciabatti: “Ducati pensa anche alla Moto3”

Paolo Ciabatti (Getty Images)
Paolo Ciabatti (©Getty Images)

La Ducati in Moto3? Un’ipotesi da non escludere per il futuro, almeno stando alle recenti dichiarazioni di Paolo Ciabatti.

Siamo abituati a vedere la casa di Borgo Panigale impegnata soprattutto in MotoGP e Superbike, ma entro qualche anno possono giungere novità. Un impegno nella classe inferiore del Motomondiale consentirebbe di crescere qualche giovane talento sotto la propria ala protettrice, seguendone poi il percorso in Moto2 e fino all’approdo nella classe regina.

Ducati in MotoGP ha attualmente tre team satelliti in cui può piazzare piloti che magari un giorno possono approdare nella squadra ufficiale.

Ducati: dopo la MotoGP anche la Moto3?

Per adesso non c’è un vero e proprio progetto che preveda l’approdo della scuderia bolognese in Moto3. Paolo Ciabatti è molto chiaro nell’affermare questo concetto e allo stesso tempo nello spiegare che l’idea comunque c’è: “La Moto3 è qualcosa di interessante – riporta Crash.net -. Non c’è un piano, ma è qualcosa a cui stiamo pensando. Non accadrà l’anno prossimo, perché le decisioni non sono state prese ancora. Ma alla fine, se tutto andrà bene con il nostro progetto MotoGP, potremmo considerare una moto in Moto3″.

Ducati è stuzzicata dall’ipotesi di impegnarsi nella classe minore del Motomondiale, in cui attualmente i costruttori impegnati sono Honda, KTM e Mahindra/Peugeot. Honda fornisce anche i motori in Moto2, dove nel 2017 sbarcherà la KTM con un team ufficiale e l’obiettivo di spezzare il monopolio giapponese.

Ciabatti in seguito ha parlato della situazione attuale del Motomondiale e di come è organizzata la Ducati in MotoGP: “La maggior parte dei piloti che si muovono in MotoGP provengono da Moto2 e, ovviamente, molti di loro hanno avuto successo anche in Moto3. In Ducati abbiamo diverse squadre satellite, così abbiamo la possibilità di mettere alcuni giovani piloti promettenti in MotoGP senza la pressione di essere in un team ufficiale”.