Alonso chiude a Mercedes: “Voglio essere campione con McLaren”

Fernando Alonso mette definitivamente fine alle voci di mercato e ribadisce che nel 2017 sarà ancora al volante della McLaren. L’addio di Nico Rosberg ha fatto presagire il suo trasferimento in Mercedes. Ma il pilota di Oviedo riconferma la fedeltà al team di Woking.

Fernando Alonso è tornato a lavorare in fabbrica e non si lascia ammaliare dai richiami Mercedes. Troppo saldi i vincoli contrattuali per poter immaginare di lasciare la McLaren in tempo brevi. Se ci sarà il trasferimento avverrà nel 2018, molto dipenderà dalla competitività della monoposto inglese nel 2017.

“Credo in questo progetto, mi sono impegnato per esso e voglio essere campione del mondo con la McLaren Honda. Questo è il mio unico obiettivo” ha detto l’ex ferrarista rivolgendosi agli uomini del Technology Centre. A confermare l’impegno con la scuderia alcuni scatti pubblicati sui social, dove ritrae i corridoi dello stabilimento di Woking e cinguetta: “Corridoi da incanto”. A questo punto Mercedes sposta tutta l’attenzione su Valtteri Bottas, prima di dare l’ok definitivo a Pascal Wehrlein.

 

Nello stabilimento McLaren era presenta anche il giovane belga Stoffel Vandoorne che, dopo tre stagioni come terzo pilota, dal prossimo anno prenderà il posto di Jenson Button. “Ci sono ancora un sacco di cose da fare prima di entrare nella nuova macchina per la prima volta, ma una volta che siamo tornati dopo Natale e Capodanno, le cose inizieranno a muoversi molto rapidamente. Non vedo l’ora di salire in macchina per iniziare i test invernali”.

Finora non ha potuto vedere la nuova monoposto, se non sullo schermo del computer in 3D: “E’ molto diversa da quello che le vetture sembrano ora. Sembra molto fresco, molto futuristico, in particolare con le gomme più larghe e l’alettone posteriore più grande – ha detto Vandoorne -. Quando si guarda la parte posteriore sembra molto aggressiva. Avranno un aspetto nuovo”.