Valentino Rossi: “Con Lorenzo eravamo una buona squadra”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

Jorge Lorenzo ha lasciato la Yamaha dopo nove stagioni, di cui sette al fianco Valentino Rossi. Una storica rivalità trascinatasi nel tempo, ma destinata a continuare anche con il passaggio del maiorchino alla Ducati. Una convivenza difficile da cui entrambi i campioni cercano di trarre il lato positivo.

La rivalità tra Rossi e Lorenzo è stata a presa rapida, sin dall’arrivo in Yamaha dello spagnolo nella stagione 2008. Un autentico “muro di Berlino” ai box ha lasciato un segno nella storia della MotoGP. Una pagina di storia da qualunque punto di vista si voglia guardare le vicende.

Valentino e Jorge nella storia della MotoGP

Con tre pole position nelle sue prime tre gare in MotoGP e la prima vittoria in Portogallo, Jorge Lorenzo ha dimostrato subito di essere un osso duro. Ma le cadute e gli infortuni hanno rallentato l’appuntamento con il titolo mondiale, un sogno coronato nel 2010. E’ la goccia che fa traboccare il vaso e spinge Valentino Rossi a tentare l’avventura con Ducati, con risultati disastrosi dopo un biennio da dimenticare.

“Insieme abbiamo guadagnato molto, fin dal primo momento siamo stati molto competitivi – ha commentato Valentino Rossi -. Siamo stati compagni di squadra per molto tempo. Credo che entrambi abbiamo imparato molto l’uno dell’altro. E’ stata sempre una grande motivazione, perché alla fine siamo stati due top driver nella stessa squadra. In alcuni anni abbiamo avuto la moto per vincere titoli mondiali. Soprattutto per quanto riguarda i risultati, siamo stati una buona squadra”.

Di certo una coppia di piloti che ha scritto una pagina importante di storia per il Motomondiale e per il marchio Yamaha. “Abbiamo imparato l’uno dall’altro”, ha confermato Jorge Lorenzo. “Ora sarà meglio, perché siamo in squadre diverse. Quello che abbiamo imparato potremo metterlo in atto in pista. Ora forse possiamo trarre maggio beneficio da ciò che abbiamo imparato reciprocamente nel corso degli anni”.