SBK, Chaz Davies svela: “Dorna ci ha detto di litigare”

Chaz Davies
Chaz Davies (©Getty Images)

Il World Superbike Championship è da molti considerata una sorta di campionato di Serie B rispetto alla MotoGP. Nonostante le gare siano gradevoli e spesso combattute, la classe regina del Motomondiale attrae molto di più.

I diversi nomi presenti tra le due categorie fanno la differenza sicuramente. Basti pensare al solo Valentino Rossi, che riesce a catalizzare su di sé la maggior parte dell’attenzione. E attorno a lui ci sono rivali fortissimi con cui lui stesso ha avuto scontri importanti, come Marc Marquez e Jorge Lorenzo. Rivalità che hanno fatto discutere molto. In SBK ci sono piloti molto bravi, ma a livello mediatico la competizione non riesce ad essere abbastanza attrattiva.

Chaz Davies, che rivelazioni sulla Dorna!

A detta di molti mancano i personaggi e mancano le grandi rivalità. Si tratta di un ambiente in cui la competizione non manca, ma viene vissuta in maniera diversa. Il circo mediatico che c’è attorno alla MotoGP, non è presente in Superbike e i top rider si sfidano soprattutto in gara, lasciando da parte discussioni extra-pista.

La Dorna, organizzatrice di entrambi i campionati, vorrebbe riuscire a creare maggiore interesse attorno al World Superbike Championship. E a tal proposito ha fatto una specifica richiesta ai piloti. Qualcosa che era rimasto nascosto fino a quando Chaz Davies non ha deciso di vuotare il sacco e svelare cosa la società spagnola abbia comunicato i rider.

Queste le parole del pilota Aruba Ducati a MCN Sport: “Ci siamo seduti con la Dorna e ci è stato detto di litigare tra di noi ed odiarci un po’ di più. Quando ce lo comunicato, ero seduto accanto a Rea. Loro si aspettano che così creeremo interesse. Io comprendo il loro punto di vista, ma sono qui per correre e non mi interessano questo tipo di cose. Non vado a cercare litigi”.

Davies non ci sta, vuole pensare a correre e non a creare interesse sulla SBK litigando con dei colleghi appositamente. Le corse non sono un circo e il prodotto va reso più attrattivo senza la necessità di esasperare volontariamente determinate situazioni. Il punto di vista del ducatista è assolutamente condivisibile.