MotoGP, Brivio: “Vinales? Non cambia niente per Valentino”

Maverick Vinales
Maverick Vinales (©Getty Images)

Ha stupito i tifosi con la vittoria a Silverstone, ha meravigliato gli avversari nei test a Valencia. Maverick Vinales fa sognare Yamaha, ma in Suzuki sanno di aver perso uno dei migliori piloti al mondo. Sul giro secco ha dimostrato di non avere rivali, in gara forse ci vorrà più tempo per ambientarsi sulla M1. Eppure nessuno sembra avere dubbi sull’aureo futuro di un giovane fuoriclasse che potrebbe dare filo da torcere persino a Marquez.

Nel mese di maggio ha conquistato il suo primo podio in MotoGP e ha firmato il contratto con Movistar Yamaha. Un duro colpo per il team Suzuki Ecstar e il team manager Davide Brivio che conosce bene il suo ex pupillo. “Per Valentino non è un grande cambiamento”, ha dichiarato ad Autosport. “Ha perso un pilota forte, che è Lorenzo, ma ne avrà un altro che è Maverick“.

Impossibile non comprendere la scelta del 21enne spagnolo, ritrovatosi a poter saltare su una moto subito competitiva. L’obiettivo è vincere il suo primo titolo mondiale, un sogno mai nascosto, che ha dimostrato di poter raggiungere. Sarà difficile riuscirci al primo tentativo con Yamaha, ma la presenza di Rossi può essergli d’aiuto.

Maverick può imparare di sicuro perché può controllare i dati di Valentino, può guardare dall’altra parte del garage cosa sta succedendo, in modo che possa imparare molto. Anche lui ha un obiettivo molto difficile da raggiungere… ma lui è molto veloce, ha un grande talento, è intelligente. Sono sicuro che ci riuscirà”.

Nella sua prima stagione in MotoGP ha sofferto le debolezze della sua GSX-RR, ma il nuovo regolamento ha spinto in avanti la Suzuki. Maverick Vinales è riuscito a chiudere il Mondiale 2016 al quarto posto, davanti a Ducati e alla Honda del più esperto Pedrosa. Sono cresciuto molto come pilota – ha ammesso il neo pilota Yamaha -. Il primo anno è stato davvero difficile per me. Essere 11° o 12° non mi interessa… Posso dire che quest’anno sono quarto, ma nella prossima stagione possiamo fare bene”.