Mercedes vs. McLaren: assalto a Fernando Alonso

Toto Wolff
Toto Wolff (©Getty Images)

Mercedes ha promesso che annuncerà il nome del sostituto di Nico Rosberg entro Natale. Saranno 15 giorni di contrattazioni segrete e non, ma i piloti migliori resteranno nelle rispettive scuderie. Toto Wolff non nega di aver pensato a Fernando Alonso, ma la strada sembra troppo in salita.

Sul pilota ex Ferrari sono puntati gli occhi di tifosi e manager: “Abbiamo pensato a Fernando“, ha ammesso il boss Mercedes a Sky Sport. “E’ un pilota che io stimo molto, combina il talento, la velocità e l’esperienza, ha davvero tutto”. Ma anche un contratto che lo lega alla McLaren Honda e svincolarlo non sarà facile, a meno che non siano disposti a investire alcune decine di milioni. “Fernando ha un contratto in questo momento, abbiamo solo bisogno di valutare tutte le opzioni”.

Se sarà ancora la monoposto a fare la differenza la scuderia di Brackley potrebbe puntare anche su un giovane talentuoso come Pascal Wehrlein, ma il cambio di regolamento potrebbe riservare sorprese e chiedere esperienza. La scelta è rischiosa e tutt’altro che semplice. “Vogliamo mantenere lo stesso sistema adottato finora, entrambi i piloti con pari dignità. Avranno pari opportunità fin dall’inizio. E’ qualcosa che credo dobbiamo fare per i tifosi e anche per noi stessi”, ha precisato Toto Wolff.

McLaren fra timori e certezze

L’eventuale trasferimento di Fernando Alonso è un’ipotesi che scatena reazioni differenti in casa McLaren. “Abbiamo un contratto con Fernando Alonso e lui è molto felice con noi”, ha detto Zak Brown, nuovo numero uno della McLaren a Sky Sport. “Ovviamente Fernando vuole vincere ma lo vogliamo anche noi, non c’è alcuna preoccupazione, ci sentiamo a nostro agio nella situazione in cui ci troviamo”.

Diversa la riposta del direttore sportivo Eric Boullier: “E’ un’idea che entusiasma la gente, ma abbiamo un accordo. Sinceramente non penso che per Fernando sia una buona idea andare a sfidare Lewis Hamilton in casa sua”. Parole che chiedono precisazioni o smentite per continuare un buon rapporto di collaborazione tra scuderia e Alonso. O forse la longa manus Mercedes è già penetrata nella Casa di Woking?