F1, Lewis Hamilton: “Resto con Mercedes per 10 anni”

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (©Getty Images)

Nico Rosberg lascia la Mercedes e la Formula1, Lewis Hamilton diventa il pilota di punta del team. Dopo il GP di Abu Dhabi l’inglese sembrava quasi sul punto di essere licenziato per il suo comportamento “sospetto”. Adesso è la pedina principale sullo scacchiere della casa di Stoccarda e il rapporto professionale potrebbe andare ben oltre la carriera di pilota.

Lewis Hamilton finora è stato trattato alla pari con Nico Rosberg, un equilibrio costante e diplomatico che più volte sembrava sul punto di crollare. Basti pensare all’incidente nel GP di Spagna, con entrambe le Frecce d’Argento out dopo poche curve. Oppure ai tanti richiami via radio ad Abu Dhabi, colpevole di aver rallentato il ritmo nella speranza che Vettel e Verstappen superassero Rosberg.

Pace fatta tra Mercedes e Hamilton

Chiude il Mondiale al secondo posto, a cinque punti di distanza dal campione. Una beffa difficile da digerire se non fosse per i due titoli consecutivi conquistati nel 2014-2015. Ma l’addio del tedesco sembra aver magicamente ricostruito il feeling tra team e pilota. Adesso tutta l’attenzione dei vertici di Brakley è focalizzata sul nome del sostituto di Rosberg e sicuramente non sarà un big del calibro di Hamilton.

Durante l’evento ‘Autosport Awards’ di Londra Lewis Hamilton ha promesso: “Sto per altri dieci anni con Mercedes!”. Regna l’attesa per conoscere chi sarà il secondo pilota della scuderia Mercedes. “Vorrei tanto saperlo anch’io. Spero solo che il futuro pilota sia disposto a lavorare molto. Abbiamo nuovi regolamenti, avremo bisogno di tutta l’esperienza per sviluppare la nuova vettura e stare al passo con Red Bull Racing e Ferrari”.

Sulla lista dei papabili c’è sicuramente Pascal Wehrlein in pole position. Dopo i no a distanza di Alonso, Vettel, Verstappen e Ricciardo, si sta sondando il terreno per arrivare a Valtteri Bottas. Molto dipenderà da quanti soldi vorrà investire Mercedes e la partita sembra ancora aperta.