Jorge Lorenzo: “Meno tensione con Rossi, ora sono in Ducati”

Jorge Lorenzo e Valentino Rossi
Jorge Lorenzo e Valentino Rossi (©Getty Images)

Dopo nove stagioni in Yamaha, sette al fianco di Valentino Rossi, Jorge Lorenzo ha deciso di trasferirsi in Ducati. L’atmosfera era troppo rovente al box, dopo gli avvenimenti nel finale della scorsa stagione. Ma la storia racconta che fra Vale e Jorge non sia mai corso buon sangue.

Era il 2008 quando il maiorchino approdò in Yamaha, dopo due titoli iridati consecutivi nella classe 250. Esordì con una pole e un secondo posto in Qatar, dimostrando subito di essere un osso duro. Il muro all’interno del box era solo il preambolo di un rapporto difficile tra due campioni. Nel 2010 Jorge Lorenzo conquista il titolo mondiale e spinge il Dottore ad accettare la grande scommessa Ducati, esperienza che durò due lunghi anni, i peggiori per Rossi.

Sepang rompe gli equilibri al box Yamaha

Nel 2013 i due ritornano a condividere lo stesso box, il muro non c’è più, i rapporti sembrano diplomatici. Fino al 2015, quando si ritrovano a lottare per il campionato. Sepang diventa la tappa spartiacque, Jorge s’intromette nella diatriba Rossi-Marquez e vince il titolo nell’ultima gara di Valencia. Ma qualcosa si è rotto nell’equlibrio ai box e ad inizio 2016 Jorge trova un accorso con Ducati. La storia si ripete cinque anni dopo ma a ruoli invertiti, con lo spagnolo che decide di cambiare aria.

Dal prossimo anno Rossi e Lorenzo cavalcheranno moto diverse, un elemento che potrebbe rendere migliore il loro rapporto professionale. “Mettere due galli nello stesso box crea tensioni, se si considera che l’obiettivo di entrambi è quello di fare tutto il possibile per vincere. E’ normale, sia con Valentino o qualsiasi altro pilota”, ha detto il pilota Jorge Lorenzo a Motorsport. “Quando ci si trova in squadre diverse la tensione si abbassa di più. E’ stato così quando è andato alla Ducati. Sicuramente è così, ora che ho fatto io il salto”.