Sebastian Vettel, no alla Mercedes: “Ho un contratto con Ferrari”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

Anche il nome di Sebastian Vettel è stato fatto tra quelli dei possibili candidati a un sedile in Mercedes. Dopo l’addio alla F1 di Nico Rosberg, è partito il fantamercato piloti sul futuro compagno di Lewis Hamilton.

L’ipotesi di vedere il driver Ferrari correre con la scuderia di Stoccarda sono sempre state considerate quasi nulle. Infatti c’è un contratto firmato tra le parti con scadenza dicembre 2017 e nessuna delle parti vuole stracciarlo. Certamente, visto l’anno difficile, il tedesco un pensierino sulla Mercedes lo avrà fatto. Ma il rapporto con la scuderia di Maranello è ottimo e non c’è motivo di arrivare a una rottura. Se divorzio sarà, avverrà solamente alla fine del prossimo anno. Non prima.

Ferrari, niente Mercedes per Vettel e Raikkonen

In occasione dell’evento delle Finali Mondiali del Challenge Ferrari a Daytona il pilota quattro volte campione del mondo di F1 ha avuto modo di commentare le voci che lo danno come possibile nuovo compagno di Lewis Hamilton in Mercedes. Queste le sue dichiarazioni riprese dal quotidiano AS: “Penso che non sia un grande segreto che io e Kimi Raikkonen abbiamo un contratto per il prossimo anno, dovrebbe essere chiaro”.

Una risposta che Sebastian Vettel ha voluto dare per allontanare le voci di un suo clamoroso addio anticipato alla Ferrari. Ci sono dei contratti e saranno rispettati, nessuna rottura tra le parti. Anche Kimi Raikkonen, altro nome accostato alla Mercedes, non cambierà tuta nel 2017.

E dei rivali tedeschi gli è stato nuovamente chiesto, però lui preferisce essere concentrato su quello che va fatto a Maranello per tornare a vincere: “Io non so quale sia il piano della Mercedes, ma pensiamo a noi stessi per il prossimo anno. Ci sono molte cose come cambiare siamo abbastanza impegnati. La squadra è sempre più forte, dovremmo andare meglio il prossimo anno”.

A Vettel è stato anche domandato un parere sul ritiro inaspettato di Nico Rosberg, che dopo il primo titolo di F1 vinto a 31 anni ha deciso di abbandonare le corse per sempre: “Penso che ognuno è libero di fare quello che vuole, io rispetto la sua decisione”.