MotoGP, Valentino Rossi: “Vinales veloce come Lorenzo”

Valentino Rossi
Valentino Rossi (©Getty Images)

L’annuncio dell’addio di Nico Rosberg riecheggia in tutto il mondo, fino al Monza Rally Show, dove anche Valentino Rossi sembra incredulo. In casa Mercedes si corre ai ripari, trovare un rimpiazzo in questo periodo dell’anno sarà difficile. E se decidessero di chiamare il Dottore?

In un mite venerdì di dicembre ci pensa Nico Rosberg a raggelare l’atmosfera sportiva. Annuncia l’addio alla Formula 1 nel momento della premiazione ufficiale a Vienna. “È una notizia choccante. Ma sono decisioni personali: ha una moglie, un figlio, se ha fatto questa scelta vuol dire che per lui è meglio così – ha commentato Valentino Rossi come riporta Motorsport.com -. Forse Hamilton non sarà contento: battuto, avrebbe voluto la rivincita nel 2017″.

Il Dottore sulle quattro ruote

In questi giorni il pesarese è impegnato sulle quattro ruote e al termine della prima giornata di prove speciali è al comando. Un futuro in Mercedes potrebbe non essere un’utopia? “Sarebbe bello sostituirlo in Mercedes ma non penso che accetterei se per assurdo mi chiamassero, temo di non essere all’altezza”. Tempo fa dichiarò di volersi ritirare da vincente… “Non so cosa farei se dovessi vincere un altro mondiale. Non so se mi ritirerei prima del 2018. Mi piacerebbe avere questo problema!”.

Nel 2017 il suo primo avversario sarà Maverick Vinales, bisognerà tenerlo dietro prima di dare l’assalto alla Honda di Marc Marquez. “Speravo che Vinales ci mettesse un po’ di più a essere veloce, invece lo è stato da subito. – ha ammesso Valentino Rossi – Speravo fosse meno pericoloso di Lorenzo, almeno all’inizio, invece sarà un problema comparabile allo spagnolo sin da subito”.

A proposito di Jorge, l’altro giorno ha aperto un museo dove sono presenti alcuni cimeli del pilota di Tavullia. Il maiorchino l’ha paragonato a Michael Schumacher. “Lo ringrazio perché Schumacher ha vinto un sacco di gare, quindi ci sto con questo paragone, ci mancherebbe. La tuta la scambiammo tempo fa, ancora andavamo d’accordo. E’ un bel museo – ha concluso Rossi -, magari un giorno andrò a vederlo”.