F1, Mercedes: tutte le strade portano a Fernando Alonso

Fernando Alonso e Lewis Hamilton
Fernando Alonso e Lewis Hamilton (©Getty Images)

Il ritiro di Nico Rosberg spalanca le porte a mille possibilità, la più accreditata porta il nome di Fernando Alonso. Ma il tempo gioca contro le ambizioni di molti piloti. Quasi tutti i contratti fra team e piloti sono stati firmati o in corso. Troppe clausole lasciano poche speranze di poter salire sulla monoposto iridata. Ma Mercedes ha le chiavi per aprire ogni porta…

Niki Lauda ha ammesso di aver ricevuto almeno una decina di richieste per candidarsi a successore di Nico Rosberg. Ma uno solo è il nome che sembra più accreditato fra i big. Fernando Alonso sembra già in cammino verso Brackley, secondo l’opinione dei media internazionali. Spinto dall’entusiasmo di milioni di appassionati che sognano un’epica sfida tra lo spagnolo e Lewis Hamilton. Un sogno che richiede di superare diversi ostacoli prima di arrivare al capolinea.

Alonso e Mercedes, amore a prima vista…

Wolff e Lauda non hanno mai nascosto apprezzamenti per lo spagnolo, ormai stanco di attendere lo sviluppo della McLaren. Due lunghe stagioni nelle retrovie, prima a raschiare il fondo del barile, poi a dover sudare per chiudere nella top 10. Il ricordo di due titoli mondiali che bussa alle porte del cuore. I titoli più volte sfiorati nell’era Ferrari, a volte svaniti all’ultima gara stagionale. Le motivazioni che lo spingono al volante della Mercedes non mancano.

Alonso ha un contratto con il team e la Honda per la prossima stagione, nonostante le possibili clausole non sarà facile congedarsi dalla squadra inglese. Sarà un processo lungo e tortuoso, da valutare con molta attenzione, il cui esito potrebbe sapersi non prima di gennaio. A meno che non arrivi l’imminente decisione di puntare sul giovane Pascal Wehrlein.

Lo stipendio di Fernando Alonso ammonta a ben 35 milioni di euro annui, uno stipendio quasi simile a quello di Lewis Hamilton. Una spesa non da poco, che solo Mercedes può permettersi in questo momento. A spingere la trattativa ci sono anche i poteri forti: Bernie Ecclestone, Liberty Media, gli sponsor, che già pregustano uno show di altissimo livello. “Credo che sia possibile”, ha profetizzato il patron del Circus. “Vettel? Non penso voglia guidare al fianco di Hamilton”.

Mister Bernie non ha mai nascosto di fare il tifo per Lewis nel 2016, tanto da subire un richiamo pubblico di Niki Lauda. Ha sempre ritenuto Nico Rosberg un “personaggetto” incapace di trainare il mondo della Formula1. E quando si tratta di commentare l’addio del campione sbotta: “Probabilmente ha bisogno di più tempo libero per spendere i suoi soldi”. Show must go on…

L.C.