Nico Rosberg, annuncio shock: “Mi ritiro dalla F1”

Nico Rosberg
Nico Rosberg (©Getty Images)

Ha raggiunto il suo obiettivo, quello di diventare campione del mondo, e adesso annuncia ufficialmente il suo ritiro. Nico Rosberg ha scioccato il mondo della F1 comunicando l’abbandono definitivo dalle corse a soli 31 anni.

Non è neanche passata una settimana dal suo trionfo iridato ad Abu Dhabi, dove ha conquistato il suo primo titolo in F1 grazie al secondo posto sul traguardo dietro al compagno-rivale Lewis Hamilton. 34 anni dopo papà Keke, pure lui ha coronato il sogno di una vita, diventando campione dello sport che più ama e per il quale si è impegnato per tanti anni.

Rosberg ha comunicato ufficialmente la sua decisione in occasione del Gala della FIA a Vienna. E sul suo profilo Facebook ha scritto un lungo messaggio in cui ha spiegato ad appassionati e tifosi le ragioni che lo hanno portato a prendere questa decisione drastica e inattesa.

Nico Rosberg si ritira dalla F1

L’ormai ex pilota di F1 ha scritto delle belle parole, piene di emozioni e di sentimento, per dare il proprio addio: “Da 25 anni era il mio sogno, la mia ossessione: diventare campione del mondo di Formula 1. Attraverso il duro lavoro, il dolore, i sacrifici, questo è stato il mio obiettivo. Adesso ce l’ho fatta. Ho scalato la mia montagna, sono sulla vetta, perciò mi sento bene. La mia emozione più forte, al momento, è la profonda gratitudine verso tutti quelli che mi hanno sostenuto e che hanno fatto sì che questo sogno si avverasse”.

Il campionato 2016, seppur concluso con un trionfo, è stato complicato per lui dalle tante pressioni presenti. Era reduce da due anni in cui era stato sconfitto da Lewis Hamilton e dunque era molto determinato a battere il suo compagno-rivale. Altrimenti avrebbe rischiato di essere considerato un eterno secondo o un perdente. Ha dato tutto, magari trascurando a volte pure la famiglia per concentrarsi nel suo obiettivo. Alla fine ce l’ha fatta e intende smettere ora che ha raggiunto il suo scopo.

Rosberg ha avuto modo di raccontare nel dettaglio come è maturata nel dettaglio la sue decisione di lasciare il mondo delle corse: “Quando ho vinto la gara di Suzuka, dal momento che il destino del titolo era nelle mie mani. C’è una grande pressione su di me e ho pensato di terminare in quel momento la mia carriera se fossi diventato campione del mondo. Domenica mattina ad Abu Dhabi sapevo che sarebbe potuta essere la mia ultima gara e questo era sempre più chiaro prima della partenza. Volevo godermi ogni momento della gara, sapendo che sarebbe stata l’ultima… e poi le luci si sono spente e ho avuto i 55 giri più intensi della mia vita. Ho preso la mia decisione lunedì sera”.

F1, Mercedes come rimpiazzerà Rosberg?

La moglie Vivian è stata la prima a conoscere la scelta di Nico. Una donna che lo ha sempre supportato, standogli vicino in ogni momento, bello o negativo che fosse. Ad Abu Dhabi è stato visibile a tutti l’amore che lega la coppia. E anche la Mercedes resta legata al celebre figlio d’arte, nonostante il ritiro. Da tedesco ha portato alla vittoria una scuderia tedesca (seppur con sede in Inghilterra, a Brackley) e ha regalato tante vittorie e podi. Toto Wolff e tutto il team accettano e rispettano la decisione di Rosberg, anche se con dispiacere.

Adesso i vertici della squadra dovranno decidere come rimpiazzare il loro ex pilota. C’è chi già ipotizza che Fernando Alonso possa svincolarsi dalla McLaren, però questa è una pista molto difficile, seppur affascinante. Non è escluso che la Mercedes si affidi a un pilota giovane e cresciuto sotto la propria ala protettrice, ad esempio Pascal Wehrlein. Ci sono più strade percorribili, ma non tantissime, visto che la griglia di partenza del 2017 è quasi completa.

 

Matteo Bellan (segui @TeoBellan su Twitter)