MotoGP, Valentino Rossi: “Finché vado forte continuo a correre”

Valentino Rossi Valerio Staffelli
Valentino Rossi e Valerio Staffelli (foto Mediaset)

Valentino Rossi per il terzo anno consecutivo è arrivato secondo nella classifica MotoGP. Spesso si dice che “il secondo è il primo dei perdenti”, però definire perdente un nove volte campione del mondo è un azzardo.

Sicuramente arrivare in seconda posizione fa rosicare un po’, soprattutto quando c’è la consapevolezza che magari si poteva vincere. Nel 2015 il Dottore è andato vicinissimo alla conquista del suo decimo titolo in carriera, mentre quest’anno a causa dei troppi ritiri non ha potuto lottare per vincere il Mondiale. Nonostante i 37 anni, va detto che ha mostrato un’alta competitività con avversari forti e più giovani.

Valentino Rossi riceve il Tapiro d’Oro

Intanto Valentino Rossi è stato raggiunto a Monza, dove correrà la celebre competizione di rally, da Valerio Staffelli. L’inviato di Striscia La Notizia ha consegnato al pilota il famoso Tapiro d’Oro per essere arrivato secondo nel campionato MotoGP per la terza volta di fila.

Il rider Yamaha ha così commentato: «Il secondo è il primo degli sconfitti. Quest’anno ho fatto qualche errore di troppo e dopo il Mugello siamo rimasti lontani per lottare». Nel Gran Premio d’Italia si ruppe il motore della sua moto mentre si trovava in seconda posizione, attaccato a Jorge Lorenzo e con un passo per vincere la gara. Quel ritiro fu pesante.

Successivamente Staffelli lo ha interpellato pure sulla sua ex compagna Linda Morselli, divenuta da un po’ di tempo la nuova fidanzata di Fernando Alonso: «Sono arrivato secondo anche da fidanzato. Lei è passata alla Formula 1, io ormai rimango in MotoGP. Speravo che “sfidanzandomi” avrei potuto vincere, invece no. Per l’anno prossimo dovrò escogitare qualcos’altro». Gli viene chiesto pure di Belen Rodriguez, che sembra non passi un momento idilliaco nel suo rapporto con Andrea Iannone: «Belén piace un po’ a tutti ma non potrei mai fare una cosa così, siamo amici».

Infine Rossi ha confermato il suo desiderio di continuare a correre in MotoGP, visto che è ancora competitivo e lo ha dimostrato più volte: «Corro ancora due anni. Finché vado così forte continuo, se no a casa cosa faccio?».