F1, Lewis Hamilton: “Il ritiro di Rosberg non mi stupisce”

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (©Getty Images)

Il ritiro di Nico Rosberg ha sorpreso tutti nell’ambiente della Formula1, tranne Lewis Hamilton. Il suo ormai ex compagno di squadra lo conosce da anni e non è rimasto scioccato come altri.

Il pilota inglese sull’argomento si è così espresso: “Non sono stupito dalla sua decisione, lo conosco bene da tempo. E’ la prima volta che ha vinto un titolo in 18 anni, quindi non mi sorprende”.

Il tre volte campione del mondo fa riferimento al fatto che è da 18 anni che lui e Rosberg corrono l’uno contro l’altro e nel 2016 è stata la prima in cui il tedesco ha avuto la meglio. Una frecciatina velata neo campione?

Poi Hamilton nel corso della premiazione della FIA a Vienna ha così proseguito il suo commento sulla decisione clamorosa presa da Nico: “Ha anche una famiglia a cui pensare, la F1 porta via tempo. Mi mancherà la nostra rivalità. Sarà strano e sarà triste non averlo in squadra nel 2017. Rispetto la sua scelta. Allo sport mancherà e gli auguro tutto il meglio”.

Dopo l’iniziale frecciatina, il pilota britannico ha speso parole distensive nei confronti dell’ormai ex teammate e rivale. Nonostante le sue affermazioni, siamo sicuri che in realtà il ritiro abbia un po’ sorpreso pure lui. Anche perché a 31 anni e dopo un Mondiale vinto spesso un driver pensa a vincerne altri, soprattutto se guida una monoposto competitiva. Dunque il ritiro di Rosberg non può passare come qualcosa di prevedibile. Ma sappiamo che ad Hamilton piace esprimersi in una determinata maniera a volte.