MotoGP, Jonas Folger: “Tempi vicino a Rossi e Vinales”

photo Facebook
photo Facebook

Nei test di Sepang, insieme a Valentino Rossi e Maverick Vinales, c’erano anche Jonas Folger e Johann Zarco del team Tech3. Il pilota tedesco prende confidenza con la MotoGP dopo aver trascorso le ultime tre stagioni in Moto2 con risultati molto apprezzabili. Dal 2017 avrà un’opportunità unica per dimostrare tutto il suo valore e i primi riferimenti cronometrici lasciano già ben sperare di poter lottare costantemente per la top 10.

Già nel suo primo contatto con la MotoGP a Valencia Jonas Folger aveva mostrato una performance abbastanza buona, è stato il rookie più veloce ergendosi davanti a Zarco in decima posizione, a due decimi dal tempo di Valentino Rossi. In Malesia ha messo a segno altri due giorni di test provando il ritmo gara con pneumatici usati: “E’ davvero andata bene. Abbiamo continuato il buon lavoro di Valencia e la moto può essere migliorata immediatamente”, ha detto il 23enne a Speedweek.com.

Da Sepang non sono usciti tempi ufficiali, ma Jonas Folger sembra davvero molto soddisfatto e il meteo è stato abbastanza clemente, consentendo due giorni pieni di lavoro: “La mattina era bagnato, ma ha smesso di piovere in fretta, quindi abbiamo lavorato la maggior parte della giornata su pista asciutta. Ho guidato circa 50 giri ogni giorno. Faceva caldo, ma abbiamo lavorato molto… In alcuni punti ho guidato un tempo identico come Vale e Maverick, in alcuni ero più veloce, ma alla fine sono andato di poco più lento di loro”.

In alcuni punti il tedesco dovrà imparare a mutare stile di guida per poter limare decimi preziosi sul giro, ma sarà un lavoro che richiederà tempo e impegno costante, facendo leva sui dati raccolti che possono fornire la soluzione ai problemi. Inoltre Jonas Folger ha avuto modo di girare fianco a fianco con un campione del calibro di Valentino Rossi: “Abbiamo fatto un solo giro insieme in tutto il nostro percorso, poi l’ho visto solo in pista. Eravamo tutti molto occupati. Con Maverick ho guidato delle volte con lo scooter intorno alla pista, con lui mi trovo abbastanza bene”.