Marc Marquez sale in cattedra all’Allianz Junior Motor Camp

photo Twitter
photo Twitter

20 bambini arrivati da Germania, Regno Unito, Spagna, Portogallo, Francia e Italia hanno partecipano alla seconda edizione dell’Allianz Junior Motor Camp 2016. Il corso di guida è stato orchestrato da Marc Marquez in collaborazione con il marchio Allianz sulla pista di Rufea.

Dopo aver partecipato alla cerimonia FIM Gala in Germania il campione del mondo di MotoGP è tornato subito in Spagna per il campus di moto, dove ad attenderlo c’erano una ventina di bambini impegnati in un corso su cilindrata 65 e 85cc. Aiutato da suo fratello Alex Marquez, dal suo stretto collaboratore Jose Luis Martinez e dal pilota di motocross Nil Arcarons ha regalato un’esperienza unica a dei ragazzini tra 10 e 13 anni.

Marquez alla ricerca di giovani talenti

L’Allianz Junior Motor Camp proseguirà fino a mercoledì e partecipano giovanissimi selezionati da Marc Marquez in persona. “La selezione è stata fatta come l’anno scorso attraverso i video ricevuti. Ho fatto la selezione mentre ero in Australia. Ci sono anche tre ragazze, una delle quali campione di Spagna 65 cc. Ci sono molti livelli, alcuni bambini hanno partecipato nel Campionato di motocross in Spagna. Principalmente guardo il livello, so che è importante per loro, è un sogno e un’esperienza unici. Ma la cosa più importante è vedere nel video il desiderio di impegnarsi e il margine di miglioramento che hanno”.

Nell’edizione 2015 c’era maggior promiscuità di livelli, ma era solo il primo anno. “Quest’anno il livello di tutti i bambini è più omogeneo. Cerchiamo di partire da una medesimo punto di partenza, anche se sono diversi tipi di piloti – ha raccontato Marquez -. Per i bambini è importante che i loro genitori siano qui, ma può causare loro più pressione e possono rivelarsi più timidi”. Ma il professor Marc sembra avere già le qualità per coltivare i giovani campioni del futuro. Ma per il momento è ancora presto per lanciare la sfida alla VR46 Academy.