Mercedes, Hamilton rischia il licenziamento? Intanto lascia il test Pirelli

Lewis Hamilton
Lewis Hamilton (©Getty Images)

I rapporti tra Lewis Hamilton e la Mercedes non sono mai stati così tesi probabilmente. Quando avvenuto domenica nel Gran Premio degli Emirati Arabi di F1 ha fatto innervosire i vertici della scuderia di Stoccarda.

Nonostante l’invito a spingere al massimo, il pilota inglese ha volontariamente rallentato per fare in modo che Nico Rosberg, che lo seguiva, venisse superato da altri driver. Sebastian Vettel ci aveva pure provato a superare il connazionale e non distante c’era anche Max Verstappen. La condotta di gara dell’ormai ex campione del mondo in carica di F1 non è stata affatto gradita.

Hamilton-Mercedes: cosa succede adesso?

Toto Wolff non ha preso affatto bene il comportamento del suo pilota e si è espresso in maniera abbastanza chiara dopo la corsa a Yas Marina. Queste erano state le sue dichiarazioni in merito a una possibile sanzione: “Lewis ha ignorato un ordine di squadra, quindi ha anteposto i suoi interessi a quelli del team e di tutte le persone che ci lavorano e l’anarchia non può funzionare in alcun team. Sanzioni? Decideremo con calma cosa fare, tutto è possibile”.

Dall’Inghilterra il Daily Express, basandosi sulle parole del direttore esecutivo Mercedes, spiega che l’ipotesi di un licenziamento di Lewis Hamilton non viene escluso a priori. Ma è pure vero che sarebbe una soluzione molto drastica, forse anche eccessiva. Senza scordare che c’è in ballo un contratto fino al 2018 da 30 milioni di sterline annui. Probabile che il tre volte campione del mondo riceva una strigliata e forse una multa dalla Mercedes, però il clamoroso divorzio non dovrebbe avvenire.

Intanto oggi l’inglese ha lasciato i test Pirelli previsti proprio ad Abu Dhabi. Dopo pochi giri abbandonato la pista, spiegando di avere un problema di salute e dunque di non poter proseguire. Il suo post è stato preso da Pascal Wehrlein. Sul tracciato di Yas Marina anche Kimi Raikkonen e Daniel Ricciardo per testare le gomme del 2017, più larghe delle attuali.