Jorge Lorenzo: “Iannone e Dovizioso insegnano che Ducati può vincere”

Jorge Lorenzo ad Abu Dhabi
photo Twitter

Ad Abu Dhabi c’è anche Jorge Lorenzo per assistere alla grande sfida finale di Formula 1 tra Lewis Hamilton e Nico Rosberg. La sua presenza è stata favorita dal suo sponsor personale Monster, ha osservato da vicino le qualifiche e assisterà alla gara che decreterà il nome del campione 2016.

L’ex pilota della Yamaha si è congratulato con Hamilton per la sua 61esima pole position in carriera, ha incontrato il suo grande amico e connazionale Fernando Alonso e parlato della sua recente esperienza al volante di una monoposto Mercedes avvenuta a Silverstone: “Ci sono poche persone che hanno testato MotoGP e Formula 1. E’ sorprendente quanto l’auto sia bassa e vicina all’asfalto di pochi centimetri, quanto freni in ritardo quando si arriva alla curva, il grande carico aerodinamico che ha nelle curve – ha spiegato Jorge Lorenzo -.  Ma in MotoGP se si cade è il corpo che si scontra con il suolo. In F1 si sta molto più protetti”.

Nel sabato di Abu Dhabi ha incoraggiato il compagno Fernando Alonso che non sta vivendo certo uno dei suoi migliori momenti in carriera: “La situazione è difficile. Il potenziale, e lo sappiamo tutti, non è quello che sta mostrando. Ma richiede un processo. Credo che sapeva che stava entrando in un progetto che richiedeva tempo. Speriamo che presto la macchina sia competitiva per lottare per la vittoria ancora una volta… Fernando è sempre stato più veloce dei suoi compagni di squadra e ha raggiunto risultati migliori”.

Sulla sua nuova avventura in Ducati, iniziata una decina di giorni fa nei test ufficiali di Valencia, Jorge Lorenzo non può ancora parlarne per via del contratto con Yamaha, ma lascia trapelare un certo ottimismo: “Non posso parlare di sensazioni. Posso solo dire che sono molto felice e molto motivato dalla sfida. Lottare per il titolo? Non lo so ancora, ma per i GP certamente si. Iannone e Dovizioso hanno dimostrato che si può vincere con questa moto – ha concluso il pilota maiorchino -. Cercheremo in futuro di ottenere più vittorie”.

L.C.