GP2 Series: Antonio Giovinazzi crolla ad Abu Dhabi

Antonio Giovinazzi
Antonio Giovinazzi (photo GP2series)

Antonio Giovinazzi chiude la prima gara di GP2 ad Abu Dhabi in quinta posizione e rischia di veder sfumare il sogno del titolo. Il suo diretto avversario Pierre Gasly è passato da -3 a +12 in classifica e oggi il pilota pugliese dovrà vincere, fare il giro più veloce (vale 2 punti) e sperare che il compagno di squadra giunga massimo al 5° posto.

Nella corsa iniziale di Abu Dhabi Antonio Giovinazzi è stato autore di una brutta partenza, ha poi ritardato il rientro ai box di un giro perdendo secondi preziosi e al rientro si è ritrovato nel traffico, ritardando la scalata verso le posizioni di vertice. Bisogna dare anche merito e onore al francese e compagno di scuderia Gasly, che ha regalato al team Prema Powerteam pole e vittoria e messo una seria ipoteca sul trionfo finale che si deciderà nell’ultima gara di oggi.

“Ho avuto una discreta partenza ma poi ho incontrato un po’ di problemi nel giro in più che ho completato prima della sosta ai box: in quel frangente ho perso molto terreno dalla vettura che avevo davanti – ha raccontato Antonio Giovinazzi -. Alla fine ho terminato quinto mentre Pierre ha vinto. Complimenti a lui, ma il campionato è ancora aperto e non mi arrenderò fino alla bandiera a scacchi di domani in gara 2”.

“Giornata fantastica quella di oggi. La vettura è stata velocissima sin dal primo giro ed il team ha messo a segno un’ottima strategia – ha affermato Pierre Gasly -. In più, il degrado delle gomme non è stato eccessivo. Tutto è andato avanti nel migliore dei modi. Abbiamo perso un po’ di tempo ai box perché la pit-lane era molto affollata ma alla fine ciò non ha condizionato particolarmente il risultato… Sono contentissimo di aver vinto l’ultima feature race della stagione ma ora occorre concentrarci sulla seconda corsa: la parte più importante del lavoro deve ancora arrivare. Continuerò a spingere e a dare il cento per cento per poter vincere il titolo”.