F1, Vettel: “Ferrari deve tornare vincente. Rosberg? Titolo meritato”

Sebastian Vettel
Sebastian Vettel (©Getty Images)

La Ferrari chiude positivamente un campionato 2016 di F1 che in realtà è stato deludente. Il 3° posto di Sebastian Vettel ad Abu Dhabi è comunque positivo e deve essere di stimolo in ottica 2017.

La strategia di restare più a lungo possibile in pista con le gomme soft, così da poter poi fare uno stint finale con le supersoft, ha pagato. Il tedesco è arrivato a insidiare anche Nico Rosberg e Lewis Hamilton. Un grande risultato per lui, che come il team mancava sul podio dalla gara di Monza. Un lungo digiuno che certifica quanto negativa sia stata la stagione per la scuderia di Maranello.

Solo un anonimo 6° posto per Kimi Raikkonen, partito bene scavalcando Daniel Ricciardo per la terza posizione al via, ma poi non in grado di stare vicino agli altri rivali. Il finlandese probabilmente avrebbe gradito che anche su di lui venisse fatta una strategia diversa, ma ormai la corsa è andata così.

F1 Abu Dhabi, parla Sebastian Vettel

Sebastian Vettel dalla festa sul podio ha rilasciato le seguenti dichiarazioni, interpellato dall’ex pilota David Culthard: “Congratulazioni a Nico prima di tutto. Negli ultimi giri era dura, volevo avvicinarmi per provare a superare entrambi, dato che Lewis non spingeva. All’inizio non ho trovato il passo giusto. Poi ho sfruttato pista libera e pneumatici. Siamo stati criticati tanto, ma il team meritava il podio. Anno difficile con concorrenti forti, bello chiudere col podio e speriamo sia da spinta per l’anno prossimo. A Maranello si lavora molto”.

Successivamente il tedesco della Ferrari è stato intervistato da Sky Sport e si è così espresso: “E’ stata un’annata difficile con tanti alti e bassi, sono contento di essere arrivato sul podio. Ci aspettavamo di più, la delusione è stata molto grande dopo alcune gare e questo non ha aiutato il feeling all’interno del team. Però abbiamo saputo reagire e nelle ultime gare abbiamo avuto un gran passo di gara, eravamo a livello della Red Bull e a volte più veloci. Non il sabato però. Siamo comunque migliorati, abbiamo uno spirito che non si spezza mai. Non ci riposeremo, perché la Ferrari merita di tornare in alto”.

Infine Vettel ha commentato la vittoria del Mondiale da parte di Nico Rosberg: “Ha meritato il titolo, nessuno può metterlo in dubbio. Sicuramente si parla dei problemi di affidabilità di Lewis, ma se ci guardiamo indietro si trova sempre qualcuno che meritava qualcosa più di altri. A me non piace fare queste discussioni. In tal caso bisognerebbe dare il titolo 2008 a Massa, che senza un guasto al motore avrebbe vinto il campionato. Ma Hamilton comunque lo meritò e Rosberg lo merita adesso. E’ una questione di rispetto, è la sua giornata questa”.