Superbike, Marco Melandri: “Buone sensazioni sulla Ducati”

Marco Melandri
Marco Melandri (foto Twitter)

Marco Melandri in questi giorni di test a Jerez de la Frontera ha macinato chilometri per prendere maggiore confidenza con la Ducati Panigale con cui nel 2017 tornerà protagonista del campionato Superbike.

I tempi a volte sono stati un po’ distanti da quelli fatti registrare dalle Kawasaki ufficiali e dal compagno Chaz Davies. Ma i rivali corrono su mezzi che già conoscono, mentre lui deve trovare il feeling giusto su una moto mai guidata e dopo un anno sabbatico. Il ravennate è partito con del gap naturale da loro, ma conterà essere pronto per l’inizio del Mondiale.

Marco Melandri parla dei Jerez Test SBK

Da Jerez de la Frontera, dove oggi si sono chiusi sul bagnato i test SBK, l’ex pilota MotoGP ha espresso alcune considerazioni sul lavoro svolto. Marco Melandri sembra abbastanza soddisfatto e fiducioso in ottica futura: “Questo è stato un buon test – riporta Speedweek -. Mercoledì è stato difficile per me, perché ho cercato di utilizzare le stesse impostazioni Chaz Davies, ma che non funzionano per me. Giovedì abbiamo lavorato tutto il giorno, regolando il freno motore e l’erogazione di potenza. E’ andata molto bene”.

Oggi il ravennate ha trovato la pioggia sulla pista spagnola e dunque non si potuto lavorare come si voleva. Però in generale il pilota ha avuto buone sensazioni sulla sua Ducati Panigale, anche se non manca di mettere in evidenza alcune problematiche: “Mi sono imbattuto in gomme nuove, ho avuto un problema con il controllo di trazione. Il mio ingegnere elettronico è nuovo, dobbiamo trovare un buon equilibrio. Non ho fatto long-run, di questo mi occuperò a gennaio”.

Melandri crede molto in se stesso, nella moto e nel team. Sa che questa per lui potrebbe pure essere l’ultima occasione per vincere il titolo SBK. Deve dimostrarsi competitivo nel 2017 per poter essere confermato dalla Ducati e far ricredere qualche scettico.