Test MotoGP 2017, si ritorna in pista a Jerez e Sepang

Valentino Rossi nel test di Valencia
Valentino Rossi nel test di Valencia (©Getty Images)

Mercoledì 23 e giovedì 24 saranno gli ultimi due giorni di test MotoGP dell’anno, prima della pausa invernale che durerà fino a fine gennaio, quando riprenderanno i test sul circuito di Sepang. Nei prossimi giorni vedremo in pista molti team ufficiali, eccezion fatta per la Repsol Honda che ha preferito rinviare la sessione al prossimo anno.

SUZUKI – A Jerez de la Frontera il team Suzuki schiererà in pista Andrea Iannone e il collaudatore Takuya Tsuda, che prende il posto dell’ancora infortunato Alex Rins, caduto durante i test di Valencia della scorsa settimana. Il pilota spagnolo su Twitter ha commentato: “Grazie ai medici per il loro aiuto in questi giorni” e secondo indiscrezioni dovrà osservare un periodo di riposo di quattro settimane. Andrea Iannone, invece, potrà proseguire il lavoro di adattamento con la sua nuova GSX-RR con cui ha fatto intravedere un buon feeling all’indomani dell’ultima gara a Cheste.

HONDA – A Jerez non ci saranno i piloti ufficiali della Honda, visto che i tecnici giapponesi dovranno lavorare ancora un po’ per soddisfare le richieste di Marc Marquez, non particolarmente soddisfatto dal motore testato a Valencia. Ma vedremo al lavoro sia Jack Miller che il collaudatore Hiroshi Aoyama per testare alcuni piccoli aggiornamenti. Salterà il test anche Cal Crutchlow che sarà operato al dito medio, così da trovarsi in perfetta forma per il prossimo anno.

APRILIA – Presente all’appello anche il team Aprilia che, dopo le prime buone impressioni dei test IRTA a Valencia, è desideroso di riconfermare gli aspetti positivi e dimostrare di poter costantemente rientrare nella top 10, grazie anche alle nuove motivazioni di Aleix Espargarò e Sam Lowes. Il giovane pilota britannico ha dovuto saltare la seconda giornata di test al Ricardo Tormo per una caduta, ma proseguirà regolarmente il lavoro di sviluppo in sella alla nuova moto.

DUCATI – In casa Ducati i piloti ufficiali hanno rinviato al 2017 la sessione di test, visto che Jorge Lorenzo non ha avuto il permesso a poter girare con la Desmosedici GP17, in quanto ancora sotto contratto con il team Movistar Yamaha. Sarà presente il team Pramac Racing cui verrà affidata una moto ufficiale nelle mani di Danilo Petrucci, ma saranno presenti anche Scott Redding e Michele Pirro. In questo modo la Casa di Borgo Panigale potrà raccogliere ulteriori dati sul prototipo della nuova Ducati che sarà affidata a Dovizioso e Lorenzo.

YAMAHA – Il team Yamaha andrà invece in scena a Sepang, con Valentino Rossi e Maverick Vinale sche saranno affiancati da Johann Zarco e Jonas Folger. I due piloti ufficiali proseguiranno il lavoro di crescita con il prototipo 2017 della YZR-M1, che  pecca ancora in fase di velocità di punta, mentre gli altri due piloti satelliti avranno a disposizione una M1 2016 per prendere confidenza con la moto Yamaha, in attesa che sia allestita la moto con cui affronteranno il prossimo campionato di MotoGP.

L.C.